Nuove schede microSD Express, veloci come un SSD

By | Marzo 4, 2019

La SD Association ha presentato al MWC 2019 di Barcellona il nuovo standard microSD Express, chiamato a diventare il futuro di questo tipo di memoria. MicroSD Express vanta di essere tre volte più veloce delle attuali schede con connessione UHS-II e consuma meno batteria. Tutto questo è possibile grazie al fatto che adotta l’architettura NVMe e alcune funzionalità che vediamo sui dischi SSD, con cui è equiparato per le prestazioni.




MicroSD Express utilizzerà l’interfaccia PCIe e NVMe 1.3, tipica degli SSD, per raggiungere 128 TB di memoria interna e velocità fino a 985 MB / sg, rispetto a 100 MB / sg di UHS-I e 300 MB / sg di UHS-II.

Grazie al sostegno di sottostati L1.1 L1.2 e al risparmio di PCIe 3.1, pur essendo tre volte più veloce e avere più capacità, la nuova microSD Express consuma meno energia della batteria rispetto ai suoi predecessori.

Queste schede faranno aumentare le applicazioni che richiedono grande spazio di archiviazione e di lettura e scrittura ad alta velocità, come ad esempio la risoluzione video 4K e 8K, scaricare video da YouTube, droni, fotocamere di sicurezza, realtà virtuale, connessione 5G, etc.

Grazie all’adozione dell’interfaccia di connessione PCI Express e NVIe, utilizzata dalle schede SSD e M.2, le schede microSD Express avranno le stesse prestazioni di un SSD esterno.

Usando le funzioni Multi Tail e Bus Mastering di questi dischi, funzioneranno perfettamente nel multitasking, cioè legge e scrive sulla scheda mentre fai altre cose, qualcosa che fino ad ora era molto difficile.

Al momento non ci sono date o prezzi relativi alla vendita di queste schede microSD Express.



Leggi anche ...

La conoscenza muore se non è condivisa ...!
Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.