Opzioni sviluppatore Android che cosa sono e a che cosa servono

By | Aprile 11, 2019

Opzioni sviluppatore Android che cosa sono e a che cosa servono? Android ha molte opzioni per configurare il telefono a nostro piacimento. Possiamo andare alle impostazioni e lì modificare lo schermo o i suoni, ma c’è anche una sezione dedicata alle impostazioni avanzate chiamata “Opzioni sviluppatore“. In questo menu nascosto abbiamo a disposizione una lunga lista di impostazioni che spesso passano inosservate ma che possono aiutarci in situazioni particolari.



Come abilitare le opzioni sviluppatore su Android? Il primo passo è attivarle, per fare questo devi andare nella scheda Info sul telefono > Numero build > premere sopra 7 volte fino a quando non vedrai un messaggio > Ora sei uno sviluppatore. Hai fatto!

Una volta abilitato le Opzioni Sviluppatore sul tuo dispositivo Android è possibile abilitare il Debug USB.



Come abilitare il debug USB su Android

Quando è necessario abilitare il debug USB sul tuo dispositivo Android? Una volta attivata la modalità debug USB sul nostro telefono Android, possiamo collegare il nostro dispositivo al computer, così possiamo trasferire i file sul nostro PC e viceversa, gestire il nostro Android dal PC, eseguire backup di Android sul nostro computer e altro ancora.

A causa delle diverse versioni del firmware Android, anche i modi per abilitare la modalità di debug USB su Android sono diversi. Per eseguire questo procedimento, scegli la versione del tuo sistema operativo da qui sotto.

Se non sei sicuro della versione del sistema operativo che gira sul tuo dispositivo Android, puoi semplicemente seguire i passaggi seguenti per verificare: Impostazioni> Informazioni sul telefono> Versione Android.

Passaggi per abilitare il debug USB su Android 4.4 e versioni successive

Menu> Impostazioni> Informazioni sul dispositivo (Informazioni su telefono o tablet)> Numero build (fai clic sul numero 4-8 volte finché un messaggio non ti dice che sei diventato uno sviluppatore)> Torna alle Impostazioni> Sblocca Opzioni Sviluppatore> Verifica debug USB.

Passaggi per abilitare il debug USB su Android 4.2 – 4.3

Menu> Impostazioni> Altro> Informazioni sul dispositivo> Numero build (fai clic su 7 volte)> Opzioni sviluppatore> Debug USB> OK

Passaggi per abilitare il debug USB su Android 4.0 – 4.1

Impostazioni> Sblocca opzioni sviluppatore> Debug USB> OK

Passaggi per abilitare il debug USB su Android 1.6 – 3.2

Impostazioni> Applicazioni> Sviluppo> Debug USB> Sì

Per altri dispositivi Android

  • Vai alle impostazioni.
  • Nelle impostazioni, su Informazioni sul dispositivo.
  • Ora, nel menu About device, individuare “Numero build”o “Informazioni software> Numero build”.
  • Tocca 7 volte.
  • Vedrai visualizzate le opzioni per gli sviluppatori.
  • Ora torna alle impostazioni e trova le opzioni per gli sviluppatori.
  • Entra nelle opzioni per gli sviluppatori e trova il debug USB.
  • Una volta trovata, abilitare e collegare il telefono al PC.

Opzioni sviluppatore Android che cosa sono e a che cosa servono

La domanda a cui cercheremo di rispondere qui è cosa sono le opzioni di sviluppo Android e qual è la loro funzione. Una lista per cercare di capire rapidamente quale opzione può esserci utile e capire tutte le possibilità che abbiamo per personalizzare / modificare il nostro Android, qualunque sia il produttore.

Apri segnalazione bug

Questa opzione può essere utilizzata in due modi, ma entrambi con lo stesso scopo: un report interattivo e uno completo. Si tratta di creare un documento di testo con molte informazioni che mostrano il funzionamento generale del cellulare e ti consente di sapere se qualcosa non funziona. Molto utile quando abbiamo un problema e vogliamo condividere le informazioni in un forum o sul web per risolverlo.

Password di backup desktop

Se colleghiamo il nostro Android al PC e abbiamo attivato il debug USB, possiamo usare i comandi ADB per eseguire il backup del nostro Android. Attraverso questa opzione possiamo anche creare una password in modo che questo backup sia criptato e accessibile solo a noi.

Schermo attivo / sempre acceso durante la ricarica

Un’opzione molto chiara. Se lo attiviamo, lo schermo non andrà mai a dormire durante la ricarica, molto utile se ad esempio stiamo guardando un film dal cellulare o dal tablet e non vogliamo che si spenga.

Attiva log di esame HCI Bluetooth

Attraverso questa opzione possiamo abilitare il Bluetooth tramite uno sviluppatore o un esperto di sicurezza per analizzare l’HCI Bluetooth (Host Controller Interface). Se un pacchetto è attivato sul dispositivo sulla tratta (/sdcard/btsnoop_hci.log) e da lì generato con strumenti come Wireshark possono essere analizzati.

Abilita sblocco OEM

Se si desidera rimuovere la protezione del proprio Android questa opzione deve essere attivata. In alcuni cellulari il bootloader è già sbloccato, nel resto da qui possiamo farlo e quindi la protezione antifurto che ci consente tra l’altro di eseguire il root del cellulare verrà rimossa.

Modalità colore immagine

Nelle schermate AMOLED, viene aggiunta un’opzione per attivare la modalità sRGB. È un modo molto comune di calibrare lo schermo che fornisce toni diversi; in generale meno saturi, ma anche un po’ più deboli.

Servizi in esecuzione

Questa opzione ci indirizza verso una sezione in cui viene mostrata la memoria del dispositivo, che occupa le applicazioni e i processi attivi in ​​ogni momento. Puoi anche vedere le applicazioni che sono nella cache e quanto occupano. Una sezione essenziale per controllare tutte le risorse consumate.

Implementazione di webview

Webview è quel processo che consente alle applicazioni di avere un browser interno per connettersi a Internet. Prima era un’applicazione proprietaria, ma da Android 7.0 Nougat è l’app Chrome che funge da webview. Da questa impostazione possiamo decidere qual è l’applicazione predefinita.

Abilita Webview multithread

Android intende che questa opzione sia attivata per impostazione predefinita in futuro. Da Android Nougat, Webview consente di elaborare e gestire in modo più efficiente la memoria.

Aggiornamenti automatici di sistema

Se attiviamo questa opzione, il sistema cercherà nuovi aggiornamenti e salteremo direttamente l’avviso per l’aggiornamento. Se non lo abbiamo attivato, dovremo premere ogni volta per verificare se ci sono nuove versioni.

Modalità demo

Attraverso questa opzione possiamo attivare la modalità demo. È molto utile fare screenshot mostrando sempre la stessa barra di stato, notifiche pulite, con la rete alla massima copertura e la batteria al massimo.

Opzioni di Debug USB

Debug USB

L’attivazione di questa modalità è essenziale per accedere dal computer una volta installato l’SDK di Android. Se vogliamo scambiare dati tra il PC e il nostro cellulare o vogliamo configurarlo, dobbiamo farlo con questa opzione attivata. Se sei abituato a giocherellare con il tuo Android, probabilmente lo hai attivato.

Revoca le autorizzazioni di debug USB

Da qui possiamo eliminare l’accesso al debug USB di tutti i computer precedentemente autorizzati. Un tipo di cache chiara quando si tiene conto se si è già connessi a quel PC in precedenza, perché quando sono connessi, vengono generate le chiavi di sicurezza.

Chiedi sempre quando ti connetti a USB

Opzione semplice. Se la attiviamo, ci mostrerà un avvertimento quando lo colleghiamo tramite USB chiedendo se siamo sicuri e in che modo vogliamo farlo.

Permetti il ​​debug di ADB in modalità solo caricamento

Normalmente quando usiamo i comandi ADB il cellulare non è connesso in modalità solo carica. Con questa opzione attivata possiamo continuare a lavorare. Si consiglia di disattivarlo quando si disconnette dal PC.

Seleziona app di posizione fittizzia

Ci sono diverse applicazioni che ci permettono di imbrogliare il cellulare e far credere che siamo altrove. Sono applicazioni che ingannano il GPS, da qui selezioneremo l’applicazione che il sistema prende in considerazione nel determinare la nostra posizione.

Attiva controllo attributi visualizzazione

Con questa opzione, vengono attivati ​​gli attributi di visualizzazione di Android System Manager. Se eseguiamo un logcat vedremo gli eventi in un altro modo.

Seleziona l’applicazione di debug

Questa impostazione consente di selezionare un’applicazione per il debug e impedire la visualizzazione di messaggi di errore. Un’opzione per forzare le applicazioni a funzionare come dovrebbero.

Attendi il debugger

Relativo al precedente. Impedisce l’avvio dell’applicazione fino a quando il debugger non viene attivato.

Verifica le applicazioni tramite USB

Consente a Google di eseguire la scansione delle applicazioni installate tramite ADB o ADT e rilevare se possono essere dannose. Un ulteriore livello di sicurezza che è utile nel caso in cui installiamo applicazioni in questo modo.

Dimensione buffer Logger

Da 64KB a 16MB, nelle opzioni di sviluppo possiamo impostare la dimensione per java. Di solito è di 32Kb, ma dipende molto dall’architettura della CPU del dispositivo. Se impostiamo un buffer molto grande, noteremo una maggiore latenza tra il suono quando parliamo e quando lo riceviamo, anche se consumerà meno.

Aumenta la luminosità per leggere il sole

È un’opzione per migliorare il contrasto e che le lettere sono meglio definite quando sono colpite da luce diretta. Sebbene nella maggior parte dei test i risultati siano abbastanza insoddisfacenti.

Opzioni sviluppatore – Reti

Certificazione display wireless

Attraverso un logcat, se questa opzione è abilitata, uno sviluppatore può accedere a informazioni molto più precise su come viene utilizzato il Wi-Fi. Non è consigliabile attivarlo a meno che non lo si usi.

Dati mobili sempre attivi

Se attiviamo questa opzione, quando la copertura Wi-Fi è scarsa, passeremo automaticamente ai dati mobili. Con questa opzione attivata consumeremo meno batteria dal momento che non avrà bisogno di cercare costantemente il WiFi e non sarà necessario disconnettere il WiFi quando si esce di casa. D’altra parte, potremmo avere qualche sorpresa con i dati dal momento che potrebbe connettersi ai dati e pensavamo di essere sotto il WiFi.

Consenti sempre la ricerca WiFi durante il roaming

Immagina di avere due accessi WiFi con lo stesso nome, ma uno di questi ha un segnale migliore dell’altro. Con questa opzione, permetterà al cellulare di accedere al SSID che più ci interessa in ogni momento. Anche se, naturalmente, vedremo un leggero aumento del consumo di batteria.

Seleziona la configurazione USB

Quando si collega l’USB al computer, possiamo farlo in diversi modi. Da qui li sceglieremo. Abbiamo, Media Transfer Protocol (MTP), Picture Transfer Protocol (PTP), RNDIS (Ethernet USB), audio e MIDI. La più comune è la modalità di caricamento o se vogliamo trasferire file, la normalità è usare MTP e convertire il nostro cellulare in un dispositivo multimediale.

Mostra tocchi

Andiamo alle regolazioni che modificano ciò che viene mostrato sullo schermo e come viene fatto. Il primo è quello di mostrare i segni di punteggiatura, se è attivato ogni volta che premiamo sullo schermo apparirà un piccolo cerchio che segna dove abbiamo cliccato. Minimalista e dura solo pochi secondi.

Posizione del puntatore

Un’altra regolazione per mostrare la posizione dei nostri tocchi, ma è molto più completa. L’intero percorso del nostro ultimo gesto tattile sarà segnato sullo schermo, con le coordinate e anche con la pressione eseguita.

Aggiornamenti superficie

Non l’abbiamo notato, ma lo schermo del nostro cellulare è costantemente aggiornato. Se attiviamo questa opzione si illuminerà ogni volta che cambia, con un lampeggio rosa molto sorprendente. Consigliato solo se vogliamo scoprire quando lo schermo è attivo e il contenuto è cambiato.

Mostra limiti di layout

Molto curiosa. L’attivazione mostrerà i bordi di ogni elemento dello schermo. Con questo sapremo fino a che punto raggiunge quella sezione e i limiti in cui il nostro tocco lo attiverà. Offre molte informazioni su come vengono distribuiti i menu mobili.

Scala animazione finestra

Dall’arrivo di Material Design alle animazioni Android svolge un ruolo molto importante. Sono un elemento chiave per dare una sensazione di fluidità o mostrare transizioni sorprendenti e ingannevoli. Qui possiamo configurare la velocità con cui le finestre e menu si aprono, disattivare in modo che non ci sia animazione o 10x in modo che l’effetto si veda.

Scala animazione transizione

Un effetto simile, ma al momento di cambiare lo schermo. Se applichiamo una velocità minore, il cambiamento sarà immediato, se scegliamo un tempo di animazione più lungo quando cambieremo noteremo più animazione e saremo anche in grado di apprezzare come le finestre appaiono a poco a poco.

Scala durata animatore

In questa sezione stabiliamo la velocità con cui carica i diversi elementi di un menu. Se scegliamo un tempo più breve, tutto apparirà all’istante. Se scegliamo un tempo più alto, le animazioni si allungheranno e tutto verrà mostrato passo dopo passo.

Nota che più è alto il valore di queste animazioni più il tuo telefono sarà lento, se vuoi sapere come velocizzare il tuo telefono Android leggi qui!

Simula display secondari

Con questa impostazione possiamo scegliere di simulare schermate con risoluzioni diverse, da 480p a 4K. Vedremo una piccola finestra mobile che ripeterà ciò che viene mostrato sul nostro cellulare, ma in questa nuova risoluzione. C’è anche la possibilità di visualizzare un doppio schermo a 720p e 1080p.

Larghezza minima

Un’opzione molto utile e raccomandata. Da qui possiamo modificare il DPI di Android e modificare le dimensioni di ciò che viene visualizzato. Questo è particolarmente utile se abbiamo un phablet e vogliamo che vengano mostrate più informazioni sullo schermo.

Opzioni sviluppatore – Rendering con accelerazione hardware

Forza rendering GPU

Con questa opzione forziamo il rendering di elementi 2D in tutte le applicazioni, sebbene di default non lo facciano. È un’arma a doppio taglio, poiché in alcuni punti migliora le prestazioni e la qualità di ciò che viene mostrato, ma in altri momenti dà problemi.

Aggiornamenti visualizz. GPU

Con questa impostazione, ogni schermo che utilizza la GPU riceverà un livello rosso. Fondamentalmente lo useremo per sapere quando viene utilizzata la grafica del nostro hardware.

Aggiornamenti livelli hardware

Allo stesso modo di prima avevamo un’opzione per sapere quando lo schermo veniva aggiornato, con questa opzione saremo in grado di sapere quando i livelli hardware sono attivi .

Debug overdraw GPU

Ci sono alcune applicazioni che hanno la capacità di mostrare informazioni sugli altri. Con questa opzione possiamo scegliere di mostrarci quando questo accade per sapere se il comportamento è normale o se si sovrappongono in modo errato.

Debug operazioni ritaglio non rettangolare

Una sezione molto tecnica. Meglio andare su StackExchange , ma comprendiamo che è un’opzione per aiutare gli sviluppatori a creare aree meglio definite.

Forza MSAA 4x

Se hai un cellulare di fascia alta questa impostazione potrebbe essere una buona idea. Forzare l’anti-aliasing multicampo migliora il rendering di giochi e immagini in OpenGL ES 2.0 e tutto avrà una grafica migliore. D’altro canto, le prestazioni diminuiranno in proporzione.

Disattiva overlay HW

Con le sovrapposizioni hardware attivate ogni applicazione ha la sua porzione di memoria, se la disattiviamo, faremo rallentare il cellulare in modo significativo. È principalmente un’opzione di debug per gli sviluppatori.

Simula spazio colore

Attraverso questa opzione possiamo configurare il nostro Android per adattarsi a qualsiasi problema di visione. Non stiamo parlando di problemi di accessibilità, dal momento che è configurato da un altro menu. Questa opzione consente agli sviluppatori di vedere come le persone con questi problemi vedrebbero la loro applicazione: da acromatopsia (grigio), protanomalia e deuteranomalia (rosso-verde) o tritanomalia (blu-giallo).

Sviluppo multimediale e opzioni di monitoraggio

Disabilita routing audio USB

Da Android 5.0 Lollipop abbiamo la possibilità di ascoltare audio tramite USB e collegare in questo modo dispositivi come amplificatori, microfoni, altoparlanti o mixer. Da qui possiamo disattivarlo.

Attiva StrictMode

Prima opzione di monitoraggio, riceviamo un avviso sullo schermo quando le applicazioni effettuano lunghe operazioni. Utile per gli sviluppatori per sapere se tutto funziona correttamente.

Rendering CPU

Quando questa impostazione è attivata, l’uso della CPU apparirà nell’angolo in alto. Appaiono tre numeri: il primo rappresenta il carico all’ultimo minuto, il secondo negli ultimi cinque e il terzo negli ultimi quindici. Utile per sapere se ci sono applicazioni che consumano molto.

Opzioni di sviluppo dell’applicazione

Non conservare attività

Lo stesso sistema Android è responsabile della chiusura e della gestione delle applicazioni in background. Quando passiamo da un’applicazione all’altra, rimangono sullo sfondo in attesa di essere riaperte. Se attiviamo questa opzione, il sistema sarà molto più aggressivo eliminando ogni applicazione appena l’utente la interrompe.

Limite processi in background

Se si desidera chiudere le applicazioni Android e non farle continuare a funzionare in background, è necessario andare su questa impostazione. Qui puoi determinare quanti processi saranno gestiti. Abbiamo il solito limite raccomandato, oppure è possibile decidere quante applicazioni è possibile utilizzare in background.

Mostra sempre finestra di dialogo di arresti anomali

Il messaggio “l’applicazione non risponde” apparirà ogni volta che qualcosa non funziona. La maggior parte delle applicazioni sono create per condividere tutti i tipi di risorse, ma a volte alcune si sovrappongono ad altre e non gestiscono bene l’energia, quindi questo è il momento in cui apparirà questo messaggio che non deve necessariamente essere il fallimento di un’applicazione.

App in standby

La pressione ci porta a una schermata in cui mostra un elenco di tutte le nostre applicazioni, quelle che abbiamo attivato e quelle che Android ha lasciato inattivo perché non le usiamo da un po’.

Forza autorizzazione app su memoria esterna

Dalla versione di Android 7.0 Nougat è possibile forzare l’installazione delle applicazioni nella memoria SD. Ed è molto efficace, oltre il 90% delle app può essere installato completamente nella SD. Tranne alcune applicazioni di sistema o messaggistica come WhatsApp, quasi tutto può essere trasferito sulla scheda per liberare spazio. Molto utile se hai un cellulare nuovo e aggiornato ma con poca memoria interna.

Imponi formato modificabile alle attività

Un’altra regolazione relativa al multiscreen Android. Con questa regolazione forzeremo tutte le applicazioni ad adattarsi allo schermo diviso, anche se non sono configurate o ottimizzate per funzionare in quel modo. Avremo bisogno di riavviare il dispositivo per attivarla, anche se raccomandiamo di fare attenzione perché alcune app possono creare problemi di ogni tipo.

In questo tutorial abbiamo visto come attivare le Opzioni Sviluppatore e come abilitare il Debug USB su Android. Se qualcosa non è chiaro non esitare a chiedere.

Author: Morgana Presi

Mi chiamo Morgana e non sono una fata. Scrivo di tanto in tanto per Guidesmartphone.net articoli che parlano di tecnologia. Mi piace scrivere di smartphone. Nella vita studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.