Cos’è l’OLED?

By | Gennaio 8, 2019

Uno schermo si distingue non solo per le sue dimensioni e forma, ma anche per la tecnologia del suo pannello. Una di queste tecnologie è OLED. Ma sai cosa è o in cosa consiste? Te lo diciamo noi.




OLED è l’acronimo di (Organic Light-Emitting Diode) diodo organico a emissione di luce, in italiano. Come suggerisce il nome, questa tecnologia è basata su diodi organici che emettono luce applicando corrente elettrica senza la necessità di una fonte di luce aggiuntiva, questa è la sua caratteristica principale.

Questa tecnologia ha iniziato il suo sviluppo intorno al 1970, ma solo nell’ultimo decennio abbiamo visto molti produttori applicare questa tecnologia o alcune delle sue varianti ai loro schermi.

Nello specifico, è una pellicola molto sottile di componenti organici che, a contatto con una stimolazione elettrica, si accendono in uno o nell’altro colore. Ciascuno di questi diodi è un pixel e mentre si accendono insieme modellano le immagini dell’immagine.




Cos’è l’OLED?

Un pannello OLED è solitamente composto da quattro strati principali:

  • il substrato, che funge da struttura strutturale
  • l’anodo, che attrae gli elettroni
  • il catodo, che fornisce elettroni
  • e lo strato organico tra questi strati

Questo strato organico viene quindi suddiviso in:

  • uno strato conduttivo, che fornisce i “buchi di elettroni” in cui gli elettroni che passano attraverso lo strato possono impegnarsi, rilasciando così energia
  • e uno strato emissivo in cui viene effettivamente prodotta la luce.

Quindi, se vuoi iniziare a giocare con la produzione del colore reale, aggiungi solo strati di plastica rossa, verde e blu al substrato.

Una delle caratteristiche più rilevanti della tecnologia OLED è che ha una struttura flessibile, che consente di creare schermi pieghevoli su tutti i tipi di superfici in futuro.

Inoltre, grazie al fatto che sono in grado di generare la propria luce, è possibile ottenere pixel totalmente neri, semplicemente spegnendoli, ottenendo così immagini più contrastanti con una maggiore profondità di colore.

A migliorare le cose, i televisori OLED offrono un angolo di visione migliore senza perdere qualità da qualsiasi posizione, e il tempo di risposta è ridotto a 0,002 millisecondi, eliminando immagini quasi completamente sfocate e il così temuto effetto ghost in scene d’azione o sport, così comune in molti TV LCD a LED.

Offre anche un minor consumo energetico e consente di creare TV molto più sottili e leggere, ma anche più fragili.

Ma non ci sono solo vantaggi. Oggi la tecnologia OLED è ancora molto costosa da implementare, soprattutto se confrontata con i tradizionali LCD a LED, il che rende il prezzo finale dei TV LED molto più alto di questi.

Inoltre, le dimensioni degli odierni televisori OLED partono da 55 pollici, il che può risultare scomodo non solo per la tasca, ma anche per chi ha poco spazio a casa.

Attualmente, il principale produttore di pannelli OLED è la società coreana LG che fornisce questo tipo di schermi anche ad altri produttori per utilizzarli come punto di partenza per i loro nuovi televisori.

Inoltre, la tecnologia OLED non si applica solo ai televisori, ma è anche possibile trovarne varianti in smartphone come AMOLED, Super AMOLED, AMOLED Plus o P.

Vantaggi dell’OLED

Chiamando OLED TV il futuro della televisione dovremmo avere argomenti forti che supportino questa dichiarazione coraggiosa. Da dove viene e cosa diventa sempre più interessante? Quindi cosa c’è di stupefacente in TV OLED che non si ferma ad eccitare?

Basso consumo energetico

OLED è la tecnologia più efficiente dal punto di vista energetico mai prodotta per i nostri schermi. Ci vuole poca energia per attivare le molecole di emissione di luce organiche situate nello strato di emissione del substrato. Uno schermo OLED non richiede alcuna elettronica o circuiteria, il che lo rende molto efficiente. Oltre a ciò, un OLED, per produrre il nero, disabilita semplicemente il pixel, risparmiando energia.

Migliore qualità dell’immagine

I televisori OLED incorporano i propri filtri colorati e quindi producono neri più profondi e una tavolozza di colori più ampia. Poiché ogni pixel può essere disabilitato individualmente, i televisori OLED offrono un rapporto di contrasto assoluto e il nero assoluto. L’immagine è molto realistica e dà un’impressione abbagliante quando si tratta di livelli di nero.

Tempo di risposta e ritardo

Il tempo di risposta rappresenta il tempo richiesto per ciascun diodo per passare da “on” a “off”. Più veloce è il tempo di risposta, meno sfocata è l’immagine. Oggi, la tecnologia OLED offre il tempo di risposta più veloce di qualsiasi tecnologia TV attualmente in uso.

Angolo di visione perfetto

Poiché i pixel OLED emettono luce e colore, anche gli angoli di visualizzazione tendono ad essere estremamente ampi. I display OLED possono essere visualizzati senza degradazione della luminanza ad angoli di visualizzazione importanti – fino a 84 gradi.

Peso leggero e design innovativo

Gli schermi OLED sono estremamente sottili e non richiedono retroilluminazione. Di conseguenza, i televisori OLED sono molto più leggeri dei televisori con tecnologie diverse e sono notevolmente più sottili. Consente inoltre di creare televisori OLED molto raffinati, con un design pulito che si inserisce perfettamente in un design d’interni moderno o raffinato.



Leggi anche ...

In cambio ti chiedo solo di condividere ... grazie!
Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.