Come bloccare un telefono rubato tramite IMEI

By | Aprile 26, 2019

Spero che non ti sia mai successo, ma se almeno una volta ti hanno rubato il telefono, conoscerai la sensazione che entra nel corpo quando succede e, non importa quanto tempo ci vuole, è difficile da eliminare. Google ha uno strumento abbastanza buono chiamato “Gestione dispositivi Android” che ti consente di geolocalizzare il dispositivo, fallo suonare, bloccarlo e inserire una password, ma è inutile se il terminale è spento. Sfortunatamente, è uno degli svantaggi di Android rispetto ad Apple. Se hai già esaurito tutti i proiettili nella cartuccia, devi solo fare una cosa: bloccare un telefono rubato tramite IMEI.





L’IMEI, per darti un’idea, è come il numero del telaio di una macchina o il numero del tuo passaporto. È un numero univoco collegato a un particolare dispositivo che è possibile trovare sulla fattura del terminale, nelle impostazioni dello stesso o nella mail in cui è arrivato al momento dell’acquisto. È essenziale mantenere questo numero al sicuro (una foto della scatola o la fattura può essere di grande aiuto), perché ne avrai bisogno se vuoi bloccare il cellulare con IMEI. Ma cos’è questo blocco tramite IMEI?

Come trovare il codice IMEI del tuo iPhone

Cosa succede quando blocchi un telefono cellulare tramite IMEI?

Dovresti sapere che quando una persona ruba un cellulare, non lo usa. Lo fa per venderlo. Pensi che la persona che ruba un iPhone lo faccia senza sapere che non sarà in grado di usarlo? L’obiettivo di rubare i terminali è di solito di venderli a pezzi.





La fotocamera, i moduli RAM, l’altoparlante, i sensori, ecc. Funzionano perfettamente e possono essere accoppiati ad altri modelli simili. Non puoi fare nulla per evitarlo, sfortunatamente. L’unica cosa che puoi fare è rendere difficile per un ladro meno esperto vendere o utilizzare il dispositivo, e per questo devi bloccarlo con IMEI.

Tutti gli operatori dispongono di un database dei telefoni cellulari venduti con il rispettivo IMEI. Quando blocchi un telefono cellulare tramite IMEI, ciò che stai facendo è bloccare l’uso delle schede SIM nel dispositivo, quindi non puoi chiamare, ricevere o inviare messaggi, tanto meno connettersi a Internet tramite i dati.

È possibile utilizzare il cellulare, se riesce a sbloccarlo o a resettarlo, ma non servirà a nulla, potrà solo giocare e utilizzare un paio di applicazioni, come fino a quando è collegato a una rete WiFi, il che non è sempre possibile.

In sintesi: il blocco di un telefono cellulare tramite IMEI è sinonimo di connessione. Uno smartphone che non può essere utilizzato per chiamare, inviare messaggi o ricevere WhatsApp è un bel fermacarte, e almeno avrai il conforto che la persona che lo ha rubato non sarà in grado di usarlo.

Come cambiare o ripristinare IMEI senza root?

Cosa dovresti tenere a mente prima di bloccare un telefono cellulare tramite IMEI

Ci sono diverse considerazioni da tenere a mente quando si richiede tale blocco. E sono le seguenti:

  1. Devi conoscere l’IMEI del tuo cellulare in ogni momento.
  2. Prima di fare qualsiasi cosa, prendi la tua fattura d’acquisto e fai una denuncia alla polizia postale.
  3. Se hai acquistato il tuo cellulare con il tuo operatore, sei pronto. Basta chiamare e chiedere di bloccarlo (ti chiederanno l’IMEI).
  4. Se il cellulare lo hai comprato come privato, devi chiamare il tuo attuale operatore per registrare l’IMEI nel suo database. Poiché ogni azienda ha un proprio database, è impossibile bloccarlo se non è stato registrato. È la prima cosa che devi fare quando cambi operatore.
  5. Il fatto che un cellulare sia bloccato tramite IMEI non significa che il suo contenuto sia inaccessibile. Se qualcuno riesce a trovare il tuo PIN o la password puoi vedere le tue foto, video, app, ecc.
  6. Se recuperi il telefono rubato e bloccato da IMEI, qualcosa di difficile ma non impossibile, puoi sbloccarlo senza problemi. Chiama l’operatore e richiedi lo sblocco.

Cos’è l’IMEI e come vedere questo numero su qualsiasi dispositivo mobile

Spero che queste informazioni ti saranno utili. Ricorda che prevenire è meglio che curare, quindi stabilisci un blocco biometrico come l’impronta digitale o con la faccia sul tuo telefono cellulare e non tenere informazioni private su di esso.





Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.