Come va Galaxy Note 8 e perché comprarlo

Il Galaxy Note è tornato. Molte persone pensavano che Samsung avrebbe semplicemente abbandonato questo marchio perché il fiasco del Galaxy Note 7 poteva aver lasciato strascichi molto dolorosi negli utenti, in poche parole si pensava che fosse finita una storia d’amore. Non è stato cosi. Con questo Note 8, Samsung è voluta diventare ancora una volta il capo indiscusso nel mercato degli smartphone XXL. Come va Galaxy Note 8 e perché comprarlo?

Link sponsorizzati



Samsung Galaxy Note 8 – Design

Coloro che hanno familiarità con il design del Galaxy S8 non si sentiranno a disagio con il Galaxy Note 8. Questo Galaxy Note 8 è molto carino, con vetro curvo e telaio in alluminio. Le finiture sono eccellenti, con uno spessore di 8,6 mm, non si può dire che il Note 8 sia sottile, pesa 195 grammi, si sente nelle mani e nelle tasche.

I tasti sono gli stessi del Galaxy S8: nessun pulsante Home, il lettore di impronte digitali è sul retro a destra, accanto al flash LED della fotocamera posteriore. Per quanto riguarda la posizione vi posso dire che è scomoda. Mentre per il nuovo pulsante di accensione e il bilanciere del volume, non c’è niente da dire.

Sul lato sinistro di questo Note, troviamo il pulsante Bixby, ora è possibile disabilitarlo per evitare di premerlo inavvertitamente. Il Samsung Galaxy Note 8 ha la certificazione IP68, quindi è sicuro da acqua e polvere. È lo stesso vale per l’S-Pen.

Link sponsorizzati



Il design del Samsung Galaxy Note 8 ha avuto molto successo, ha un aspetto elegante e moderno. Detto questo, è una questione di gusti. Personalmente, penso che manchi un po’ di effetto wow: comunque questo nuovo Note è carino e l’outfit è bello.

Samsung Galaxy Note 8 – Design

Samsung Galaxy Note 8 – Display

Lo schermo del Note 8 ha una diagonale di 6,3 pollici, a differenza del suo predecessore che aveva una diagonale di 5,7 pollici. Grazie al nuovo design senza bordi e allo schermo Infinity, abbiamo uno schermo grande su uno smartphone di appena 1 cm più grande rispetto al Note 7.

La definizione di questo schermo Super AMOLED è 1440 x 2960 pixel, ma per poterlo usare devi andare nelle impostazioni perché Samsung opta per impostazione predefinita per la definizione FHD+.

Il display Super AMOLED è uno dei migliori che puoi acquistare: i neri sono profondi, i colori sono fedeli e gli angoli sono eccellenti. Nella schermata Always On Display puoi vedere diversi piccoli punti in alto che fungono da stelle in un “cielo” nero, e oggi, dopo diverse settimane di utilizzo, trovo ancora che sia molto carino.

Il formato, con il suo grande schermo, è perfettamente adattato alla visione di film poiché l’immagine risalta, ma troviamo ovviamente i bordi neri. Il rapporto lunghezza/altezza è di nuovo 18.5: 9 e ha dei vantaggi durante la lettura sul web o quando si desidera utilizzare due applicazioni in parallelo.

Ovviamente, è necessario porsi una domanda: per quanto riguarda i bordi del display? Su questo Note 8, i bordi sono moderati per facilitare l’uso della stilo.

Il Galaxy Note 8 offre tre modi per sbloccare il dispositivo: lo scanner dell’iride, il riconoscimento facciale e il lettore di impronte digitali. Nessuno ci ha veramente convinto nel nostro test.

Lo scanner dell’iride è sicuramente il più sicuro, ma lo sblocco è piuttosto lento. Chi indossa gli occhiali incontrerà problemi con il riconoscimento facciale, compresi quelli che indossano occhiali da sole. Questo metodo è veloce ma non sicuro poiché puoi sbloccare il dispositivo con una semplice foto.

E il lettore di impronte digitali? Bene, dobbiamo già raggiungerlo perché si trova troppo in alto e una volta raggiunto, il riconoscimento non è veloce.

Samsung Galaxy Note 8 – Software

Samsung offre Android 7.1 Nougat sul Galaxy Note 8. Samsung mette il proprio overlay, precedentemente TouchWiz e ora Samsung Experience, su Android. La versione attuale, 8.5, funziona anche su Galaxy S8 e S8+ e visivamente è la stessa cosa. Se non ti piace l’ottica, puoi modificare le icone, il carattere e persino l’intero disegno in base ai tuoi gusti.

Samsung ha introdotto una nuova funzione sul Galaxy Note 8 che semplifica l’uso di due applicazioni allo stesso tempo.

Nel menu edge (che trovi a destra con uno swipe), puoi collegare due applicazioni che si aprono contemporaneamente sullo schermo diviso.

Questo può essere molto utile per passare i dati da un’applicazione all’altra.

Come Huawei, Samsung consente una duplice installazione di applicazioni per avere, ad esempio, due account WhatsApp lanciati contemporaneamente.

A differenza di HTC, Samsung non abbandona le sue applicazioni, quindi hai due applicazioni per il calendario, per i contatti, per le foto e altre cose.

Samsung Galaxy Note 8 – Prestazioni

Samsung ha messo su questo Galaxy Note 8 un chip di propria produzione. Questo è l’Exynos 8895, processore octacore che ha una velocità massima di 2,3 GHz a 10 nanometri. In termini di grafica, abbiamo un chip Mali G71 MP20.

Ancora un modem 4G Cat 16, il supporto per GLONASS e Beidou e 6 GB di RAM. Con la memoria UFS 2.1 che è molto veloce. C’è poco da dire è lo smartphone più potente a oggi.

Samsung Galaxy Note 8 – Audio

Il Samsung Galaxy Note 8 non offre nulla di eccezionale con i suoi altoparlanti, a differenza dei suoi concorrenti, uno a caso, HTC con Boomsound. In effetti, il suono è nella media, non c’è l’effetto “wauu”. D’altra parte, le cuffie AKG pesano molto di più sulla bilancia e offrono un suono molto buono con volume normale.

Fai attenzione, gli auricolari non sono posizionati bene, sono settati sui bassi. Detto questo, l’uso è adatto agli atleti perché non cadono facilmente dall’orecchio.

La qualità del suono durante le comunicazioni è uno dei punti di forza di questo Galaxy Note 8. Con il tuo contatto ti capirai e ti capirà perfettamente, la riduzione del rumore ambientale è ottima.

Samsung Galaxy Note 8 – Fotocamere

Il retro del Samsung Galaxy Note 8 è una vera novità per Samsung: per prima mette una doppia fotocamera. Entrambe le fotocamere hanno uno stabilizzatore ottico dell’immagine e un sensore da 12 megapixel, ma differiscono per lunghezza focale e apertura.

La fotocamera grandangolare ha un’apertura f/1.7 e messa a fuoco automatica a doppio pixel, il diaframma focale a doppia apertura f/2.4. Anche la fotocamera anteriore ha un’apertura f/1.7 e scatta foto a 8 megapixel.

La qualità delle foto scattate con il Galaxy Note 8 è straordinaria.

I colori sono fedelmente riprodotti, solo il rosso è talvolta sovrarappresentato.

La nitidezza, la dinamica e la luminosità di solito sono gestite molto bene, e se vuoi davvero sporcarti le mani puoi dare un’occhiata alla modalità manuale e fare un post-lavoro sulle immagini RAW.

Se la luce non è sufficiente, il disturbo appare sulle foto, ma all’inizio è piuttosto moderato, diventa problematico quando è veramente buio.

L’autofocus di Samsung è incredibilmente veloce e può fare ottimi scatti. Anche davanti, i selfie sono convincenti, ma ovviamente non sono della stessa qualità della parte posteriore.

L’effetto Bokeh, che viene calcolato utilizzando la funzione Live Focus, dipende molto dalle scene girate.

La versione del software non sempre evita i problemi. Le foto con Bokeh, quando hanno successo, sono prese con il teleobiettivo, quindi a volte devi allontanarti un po’ dall’oggetto. Piccolo vantaggio: il Galaxy Note 8 salva anche l’immagine in grandangolo, offrendo così all’utente la scelta.

È successo più volte che una foto scattata con Live Focus non funziona. Lo smartphone visualizza un messaggio che spiega che la distanza dall’oggetto non è sufficiente. Di tanto in tanto, la galleria visualizza anche un messaggio: “formato file non valido” e si rifiuta di scattare la foto.

Su altre fotocamere doppie come il nuovo modello Huawei, la funzione Bokeh è meno problematica e mostra risultati migliori. Samsung ha ancora molto da imparare su questo, ma con gli aggiornamenti può migliorare le cose.

Quando si tratta di registrare video, il Galaxy Note 8 cattura 4K a 30 fps o Full-HD a 60 fps. Con lo stabilizzatore ottico, i video sono ben bilanciati, con una bella immagine e bellissimi colori. Il tono non è sensazionale ma sfortunatamente è il problema di molti smartphone.

Samsung Galaxy Note 8 – Fotocamere

Samsung Galaxy Note 8 – Batteria

La batteria è un argomento delicato per Samsung con questa gamma, quelli che hanno seguito i casi delle esplosioni del Note 7 sanno di cosa sto parlando. Non sorprende quindi vedere una Samsung conservatrice, non incline a rischiare con le dimensioni della sua batteria.

Così, offre una batteria di 3300 mAh, ancora più piccola di quella che si trova sul Galaxy S8+. Con Always On Display abilitato, arrivo a fine giornata con il 30 e il 40%. È difficile usarlo per due giorni interi, grazie al grande consumo del dispositivo quando è in standby.

Con la tecnologia Quick Charge e Qi per la ricarica wireless, lo smartphone torna rapidamente al 100%.

La batteria dura molto di più solo se si disattiva la modalità di visualizzazione Always On e si attiva la modalità di risparmio energetico, ma riduce il potenziale dello smartphone.

Cosa ne pensiamo:

Il Samsung Galaxy Note è un ottimo smartphone. Ha uno dei migliori display e una delle migliori fotocamere sul mercato, un potente processore, un’interfaccia software aggiornata e delle ottime finiture. La batteria del dispositivo non ci ha convinto. Inoltre, lo smartphone è davvero grande, pesante e costoso. I metodi di riconoscimento non funzionano come vorremmo, inoltre la posizione e la qualità del lettore di impronte digitali poteva essere migliore.

Potrebbe interessarti:

Come va Nokia 8 e perché comprarlo

Come va Sony Xperia XA1 e perché comprarlo

Come va Honor View 10 e perché comprarlo

Come va Huawei P10 Plus e perché comprarlo

Come va Huawei P10 e perché comprarlo

Come va Lenovo Moto G5 e perché comprarlo

Come va Nokia 6 e perché comprarlo

Come va Nokia 5 e perché comprarlo

Come va LG Q6 e perché comprarlo

Come va Huawei P8 Lite 2017 e perché comprarlo

Come va Xiaomi Mi A1 e perché comprarlo

Come va Honor 7X e perché comprarlo

Approfondimenti

Leave a Reply