Tutto quello che devi sapere per scegliere una scheda video

By | Gennaio 8, 2019

La scheda video è un componente complesso perché è in grado di elaborare i dati da sola, in modo simile a come fa il computer stesso. Nella scheda grafica è stata inserita un’unità di elaborazione grafica o GPU (per il suo acronimo in inglese) e un numero di chip di memoria che consentono di creare ed elaborare una serie di dati indipendentemente dal computer.





Questo processo è dedicato esclusivamente all’elaborazione dei dati relativi alla grafica che verrà quindi visualizzata sullo schermo.

Usando questo processore ausiliario, rimuove tutto quel carico di lavoro al processore principale del computer, quindi è in grado di offrire una grafica migliore e prestazioni più elevate.

Tuttavia, a seconda dell’uso che si intende fare del PC, potremmo non avere bisogno di una scheda video più potente di quella già integrata dal processore.




Scheda video integrata o dedicata?

A seconda dell’uso che faremo con il nostro Pc, la scheda grafica che è già integrata in alcuni processori come la famiglia Core i3 , Core i5 o Core i7 di Intel o A6, A8 e A10 di AMD e può essere già sufficiente.

Ad esempio, se il computer verrà utilizzato per l’automazione dell’ufficio o per un uso generale con prestazioni medie, il chip grafico integrato nel processore potrebbe essere sufficiente per mostrare il contenuto di programmi e video sullo schermo.

Questi chip grafici integrati utilizzano parte della RAM disponibile sul computer per elaborare la grafica, quindi condivide le risorse con il processore principale e può rallentare il funzionamento del computer.

Ma se desiderate riprodurre contenuti multimediali in ultra alta definizione (4K UHD) o avete bisogno di un computer per i giochi, avrete bisogno di aggiungere una scheda grafica dedicata per migliorare la grafica del PC e le sue prestazioni ed inoltre deve avere una potenza sufficiente per elaborare gli ultimi giochi iperrealistici, su uno schermo Full HD e farlo in modo fluido, e non vedere il computer bloccarsi durante l’esecuzione.

Queste schede dedicate includono la propria memoria RAM e i propri processori, quindi l’impatto sulle prestazioni non è apprezzabile.

Schede grafiche per videogiochi

Dato che ci sono diversi tipi di schede video orientate ai diversi usi, abbiamo intenzione di darti alcuni consigli in modo da farti scegliere quella giusta per le tue esigenze.

È possibile includere la maggior parte delle schede video dedicate, con prestazioni maggiori o minori, all’interno della categoria dedicata all’elaborazione di contenuti o giochi multimediali. Ma come succede con gli altri componenti del tuo PC, la potenza dei componenti fa una grande differenza.

Se hai intenzione di creare un computer per giocare agli ultimi giochi, abbiamo cattive notizie per te dal momento che dovrai mettere mano al portafogli, anzi entrambi le mani. In questo tipo di configurazione, la scheda grafica acquisisce una rilevanza particolare e può aumentare del 30% il budget previsto per l’intero computer.

In tali configurazioni, è necessario considerare anche le prestazioni del processore, perché se questo non è abbastanza potente per gestire i dati provenienti dal processore grafico limiterà le prestazioni della scheda grafica, non permettendoti di utilizzare tutta la sua potenza.

Oltre alla potenza del processore grafico che ogni modello di scheda grafica offre, devi anche tenere conto della quantità di memoria di ciascun modello e della sua velocità poiché, sebbene due schede integrino lo stesso chip grafico, ogni assemblatore può modificarlo a piacimento e combinarli con altri componenti con prestazioni più o meno elevate.

Alcuni assemblatori possono scegliere di integrare più memoria video nella scheda grafica, ma questa può essere più lenta (GDDR3 invece di GDDR5).

In questi casi è consigliabile cercare sempre un modello con la memoria più veloce, poca ma veloce. Avere molta memoria non è utile quando dovete memorizzare molti dati e dovete averli pronti quando il chip grafico ne ha bisogno, se non lo fa alla giusta velocità ne rallenta l’esecuzione.

Schede grafiche per multimedia

Molti dei chip grafici integrati nei processori attuali supportano anche la riproduzione di contenuti 4K. Ma, comunque, l’ideale per ottenere il massimo è utilizzare una scheda dedicata adattata alle tue esigenze.

La necessità di una scheda grafica dedicata diventa più evidente quando si eseguono lavori di editing grafico o fotografico. In queste due aree, avere una scheda grafica affidabile farà la differenza quando si elaborano questi tipi di file.

Schede grafiche professionali

Oltre alle schede grafiche dedicate all’intrattenimento multimediale o ai videogiochi, esistono altri tipi di schede video per attività di rendering 3D professionali e altre funzioni di generazione del design.

Queste schede non servono per eseguire i giochi, nemmeno le più potenti schede video dedicate ai giochi rendono bene per questo tipo di compiti, e non sono buone per eseguire giochi impegnativi, dal momento che non sono state progettate per quel compito specifico.

Se si sta configurando una workstation che sarà dedicata al rendering 3D, è meglio consultare i consigli tecnici dei programmi che si intendono utilizzare. Questo tipo di schede grafiche sono facilmente identificabili dai loro alti prezzi.

Sistema di raffreddamento e suono

La scheda grafica, insieme al processore del computer, sono i componenti che soffrono maggiormente del calore. Quindi, scegliere una scheda video che incorpori un buon sistema di raffreddamento sarà importante per la durata del componente e per il comfort dell’utente.

Migliore è il sistema di raffreddamento che monta la scheda grafica, maggiore quantità di calore sarà in grado di dissipare e le ventole avranno bisogno di meno giri per mantenerla fresca, quindi influenzerà direttamente il rumore generato dal computer.

Gli assemblatori offrono diversi modelli che integrano lo stesso processore grafico con diversi sistemi di raffreddamento alternativi. Scegli quello giusto per il tuo computer.

Ad esempio, se il PC verrà utilizzato come apparecchiatura multimediale, è possibile optare per i sistemi di raffreddamento passivi per la scheda grafica che hanno dissipatori di calore sovradimensionati e che, in mancanza di ventilatori, non generano alcun rumore. Questo lo rende il componente ideale per PC Home Theater (HTPC).

Uscite video

Qualcosa di simile accade con i diversi tipi di connettori video che hanno le schede grafiche sul retro. Anche se si trovano diversi modelli di assemblatori diversi con lo stesso chip grafico, ogni marca fornisce le proprie schede con diverse configurazioni di connettori video.

Scegliendo i connettori giusti per collegare i monitor alla risoluzione necessaria, eviterai di dover utilizzare adattatori quando colleghi diversi tipi di monitor al tuo computer.

Guarda la risoluzione massima supportata da ciascun tipo di connettore della scheda grafica e decidi se è adeguata a soddisfare le tue esigenze.

AGP, PCI, PCI-e e altri connettori di espansione

Quando si sceglie una scheda video, è necessario conoscere il tipo di connettore sulla scheda madre di cui si ha bisogno.

Attualmente, tutte le schede madri dispongono di connettori PCI-e o PCI Express per la scheda grafica, ma se la scheda madre ha già qualche anno di vita, è possibile che la scheda grafica abbia bisogno di un connettore con formato PCI o AGP.

Oltre alla differenza fisica tra i diversi formati di connettori sulle schede grafiche, c’è anche una differenza di prestazioni.

Poiché sono diventati sempre più potenti, hanno avuto bisogno di più larghezza di banda per trasportare tutte le informazioni che erano in grado di elaborare le GPU attuali, quindi i connettori si sono evoluti per coprire questo aumento della velocità di trasferimento.

All’interno del connettore PCI-e o PCI-Express, che è il più comune attualmente, troverete schede grafiche con una versione PCI-Express 2.0 e altre con PCI-Express 3.0.

A livello di connettore, entrambi sono compatibili e funzioneranno perfettamente, ma se la scheda madre supporta PCI-Express 3.0 e si connette una scheda grafica PCI-Express 3.0, la velocità di trasferimento sarà maggiore e consentirà una maggiore larghezza di banda, la scheda grafica produrrà qualcosa di più che se la colleghi a una scheda con connettore PCI-Express 2.0.

Processori paralleli

Come accennato all’inizio di questa guida su come scegliere la tua scheda grafica, le schede grafiche sono di per sé complete di sistemi informatici poiché sono in grado di gestire ed elaborare autonomamente i calcoli necessari per produrre l’immagine che vedi sullo schermo, senza la necessità che il processore del computer intervenga in questo processo o minimizzando il suo intervento.

Questa funzione è utilizzata da alcune applicazioni per eseguire i loro processi e ottimizzare i risultati.

L’elaborazione parallela viene eseguita assegnando un compito al processore grafico o GPU. Quindi, il processore divide questo compito ad una serie di sotto – processori disponibili in modo che ognuno esegui un semplice calcolo.

Sui modelli Nvidia, questi piccoli processori sono chiamati core CUDA (CUDA Cores), mentre su schede AMD ATI sono chiamati Stream.

Ogni architettura gestisce questo tipo di processori paralleli in modo diverso, quindi 1.000 core Nvidia CUDA non equivalgono alla stessa potenza di 1.000 processori ATI Stream. Ma all’interno di ogni architettura, c’è una differenza nel numero di nuclei.

L’interfaccia di memoria o bus di memoria

Indipendentemente dalla quantità di memoria video o dal tipo (GDDR3, GDDR4, GDDR5, ecc.), il produttore specificherà anche il valore dell’interfaccia di memoria.

Questo parametro è espresso in bit e indica la dimensione dell’interfaccia di comunicazione tra il processore grafico e la sua memoria. Cioè, la capacità di trasportare il maggior numero di dati dalla memoria video al processore grafico. Più alto è questo valore, maggiore è la capacità di elaborazione della scheda e, quindi, prestazioni più elevate.

Attualmente il più comune è trovare schede con un’interfaccia di memoria di 128, 256, 384 e persino 512 bit.

DirectX e OpenGL

DirectX è un’interfaccia di programmazione sviluppata da Microsoft il cui obiettivo è semplificare il compito di interpretazione delle istruzioni tra i diversi componenti software.

Se la scheda grafica supporta l’ultima versione di DirectX, sarà in grado di gestire queste istruzioni in modo più efficace, quindi le sue prestazioni con giochi o applicazioni che utilizzano DirectX saranno molto più elevate. OpenGL si comporta in modo simile a DirectX.

Attenzione al consumo!

Il consumo energetico della scheda grafica sarà un fattore da considerare. La scheda grafica riceve parte di quella potenza attraverso il connettore PCI-e (o AGP) della scheda madre. I modelli di gamma medio / bassa e bassa non avranno bisogno di più potenza, ma per i più potenti della gamma media e alta, sarà necessario integrare questo alimentatore con un cavo di alimentazione aggiuntivo da 6 pin o 8 pin (o addirittura due, se la scheda è molto potente), noto anche come cavo di alimentazione PCI-e.

Pertanto, questo dovrebbe essere preso in considerazione quando si sceglie una scheda video, in modo che, oltre a una nuova scheda grafica, sia necessario un alimentatore più potente o con i connettori appropriati.


Leggi anche

Author: Morgana Presi

Mi chiamo Morgana e non sono una fata. Scrivo di tanto in tanto per Guidesmartphone.net articoli che parlano di tecnologia. Mi piace scrivere di smartphone. Nella vita studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.