Spiare gruppi su WhatsApp segretamente è possibile ma non facile

Ricercatori tedeschi hanno scoperto un metodo per infiltrarsi segretamente nei gruppi su WhatsApp, anche se non è esattamente facile. La sicurezza è uno dei pilastri fondamentali della comunicazione. Essere in grado di parlare in sicurezza senza che gli altri leggano i nostri messaggi sembra non essere possibile su WhatsApp, almeno, per quanto riguarda le conversazioni di gruppo. Adesso te lo spieghiamo!

Link sponsorizzati



Spiare gruppi su WhatsApp segretamente è possibile ma non facile

Come ci viene spiegato da Wired, alla conferenza World World Crypto a Zurigo, in Svizzera, un team di ricercatori dell’Università tedesca della Ruhr ha provato a testare la sicurezza di tre applicazioni di messaggistica. Signal, Threema e WhatsApp.

Tutte e tre hanno alcuni problemi di sicurezza, anche se quelli di Signal e Threema non sembrano molto pericolosi. WhatsApp; tuttavia; sembra che abbia seri problemi di sicurezza. Per essere chiari, il team di ricerca tedesco ha dichiarato che chiunque riesca a intrufolarsi nei server di WhatsApp, è in grado di auto invitarsi in un qualsiasi gruppo di utenti.

WhatsApp per impostazione predefinita, crittografa tutte le chat con un tipo di crittografia noto come end-to-end. Questa crittografia garantisce che anche se i nostri messaggi passano attraverso un server, solo il mittente e il destinatario del messaggio saranno in grado di leggerli.

Link sponsorizzati



Nel caso dei gruppi, abbiamo la garanzia che solo gli utenti di un gruppo sono in grado di leggere i messaggi. Questa premessa cade nel momento in cui qualcuno è in grado di entrare in un gruppo senza problemi.

Nonostante la gravità del problema, dobbiamo tenere presente che questa vulnerabilità può essere sfruttata solo da qualcuno che riesce ad entrare nei server dell’azienda. Personale dell’azienda, hacker con grande abilità e agenti di governo. 😉 Questa è una porta sempre aperta … per loro!

Il gruppo di ricerca ha insistito sul fatto che con determinate tecniche, è possibile che gli utenti della conversazione non ricevano il messaggio che il nuovo utente (in questo caso la spia) ha letto o cancellato prima di loro.

Quelli di Wired hanno contattato al telefono un portavoce di WhatsApp, che ha confermato che esiste il buco nella sicurezza, ma se qualcuno potesse intrufolarsi nei loro server ed entrare in un gruppo, tutti gli utenti riceverebbero una notifica che un il nuovo utente è stato invitato al gruppo, quindi tutti gli utenti sarebbero a conoscenza dell’attacco.

Anche se non siamo sempre cosi vigili!

Il portavoce ha anche aggiunto che, per risolvere il problema, avrebbero dovuto eliminare l’opzione per invitare una persona in un gruppo attraverso un link, cancellare una funzionalità che è stata evidenziata come “molto utile”.

Voi cosa ne pensate di Whatsapp, la reputate sicura?

Approfondimenti

Leave a Reply