“Questa connessione non è sicura” perché visualizzi questo messaggio

By | Lug 20, 2018
"Questa connessione non è sicura" perché visualizzi questo messaggio

Questa connessione non è sicura” soluzione. Se si ottiene una pagina di errore “Questa connessione non è sicura” continua a leggere il tutorial qui sotto. Le grandi società che operano nel web creano cambiamenti per gli utenti o, al contrario, soffrono? Tuttavia, devono adattarsi offrendo nuove funzionalità nei loro servizi, aggiornandoli costantemente. Google Chrome, Firefox ed altri non fanno eccezione a questa regola.





Cosa vuol dire “Questa connessione non è sicura”?

Se Google Chrome, Firefox e altri  se la tua connessione non è sicura, è perché ha una buona ragione. Non è la tua connessione Internet, cioè il tuo ISP, ma la connessione tra il tuo computer e il sito che stai cercando di visitare. Cercheremo di schematizzare tutto questo.

Quando si accede a un sito, il computer invia e riceve informazioni sui server del sito in questione. Con il protocollo http, utilizzato fino a poco tempo fa, i dati trasferiti non erano confidenziali, potevano essere visti da chiunque (almeno a chi sapeva come farlo) perché non era crittografato. In un momento in cui si accede costantemente ai siti grazie a identificatori / password (e-mail, banche, ecc.), Un miglioramento della sicurezza è ovviamente essenziale.

“Questa connessione non è sicura” perché visualizzi questo messaggio

È per questo motivo che un altro protocollo è stato aggiunto a http: ssl. Insieme formano https. La fine S ovviamente si riferisce a “sicuro” (protetto nella lingua di Molière), e indica che ora la connessione è crittografata tra l’utente, ciascuna estremità con la chiave di decodifica per comprendere il valore del informazioni fornite. Senza questa chiave, nessun altro può accedere alle informazioni. Ovviamente, in pratica, l’utente non vede nulla di tutto ciò, semplicemente inserisce le sue credenziali come prima, ma nelle ombre tutto è molto più sicuro.




Va benissimo, ma qual è la relazione con Google Chrome, Firefox e altri?

Google Chrome Google Chrome, Firefox e altri ti collegano al / ai server / i dei siti che visiti. Il problema è che non tutti hanno scelto il protocollo https: molti sono rimasti in http e quindi non sono all’altezza degli attuali standard di sicurezza. È da un po’ che i siti hanno l’opportunità di utilizzare l’https ma non tutti lo fanno (questo può avere vari motivi: mancanza di risorse, mancanza di serietà, ecc.) E continuano a rimanere in http. 

Google ha deciso che il suo browser Chrome 68 considererà i siti http non sicuri. Quando userete il browser, avrete un messaggio che spiega che il sito non è sicuro e quindi potenzialmente pericoloso. Da un lato, questo protegge l’utente da problemi di sicurezza e può fare pressione sui webmaster recalcitranti, in quanto tale messaggio di errore può influire sul loro traffico. Nota che gli utenti potranno comunque visitare il sito, accettando di correre il rischio nonostante l’avviso di Chrome.

Le cose devono essere il più semplici possibili per l’utente: le connessioni devono essere quanto più sicure possibili con la massima trasparenza possibile. Pertanto, pensiamo che se non ci viene detto nulla, tutto è perfettamente sicuro e ora che stiamo parlando di https, penseremo che siamo a un livello di rischio 0.

Una cosa da tenere a mente: l’https non significa che non avrai problemi. Se il server del sito / azienda viene violato, si avranno problemi. Se il tuo account viene violato (l’hacker può ottenere le tue credenziali) in un modo o nell’altro, avrai dei problemi. L’https non è la soluzione miracolosa che protegge da tutti i problemi!


Leggi anche ...

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.