Tutto quello che vuoi sapere su USB Type-C

By | marzo 13, 2018

Stiamo già salutando le porte Micro USB. Questa connessione era lo standard negli ultimi anni per gli smartphone Android e altri dispositivi elettronici, ma sta venendo pian piano sostituita da USB Type-C, che è stato introdotta sul mercato con l’arrivo dei MacBook e Chromebook Pixel nel 2014. Qui vi diciamo tutto quello che c’è da sapere su USB Type-C.




Cosa significa USB?

USB è l’acronimo utilizzato per “Universal Serial Bus” e si riferisce al tipo di connessione utilizzata per connettersi, scambiare dati e fornire elettricità per alimentare i dispositivi elettronici in generale.

USB-IF è un consorzio formato dalle società tecnologiche leader a livello mondiale – come Samsung, Nokia, LG e altri – ed è responsabile della pubblicazione dello standard USB. Il primo standard è stato pubblicato nel 1998 e corrisponde a USB 1.1. Tuttavia, questo tipo di connessione è iniziata a diventare popolare dalla versione 2.0, che è utilizzata nella maggior parte dei dispositivi attuali.

D’altra parte, dobbiamo differenziare le versioni USB e il tipo di connettore. Le versioni vengono fornite con specifiche relative alla velocità di trasmissione dei dati e al supporto della corrente elettrica. E ogni versione supporta diversi tipi di connettori.




Versioni USB

  • USB 2.0: questa è quella che utilizza la maggior parte dei computer USB. La velocità di trasferimento dati è al massimo di 60 MB/s, ma la media è di 35 MB/s. L’intensità elettrica può generare fino a 900 mA, ma la normalità è 500 mA. Sfortunatamente, la maggior parte dei cavi supporta solo questa intensità.
  • USB 3.0: questa versione può essere riconosciuta dalla plastica blu all’interno del connettore. Il suo tasso di interscambio è 10 volte maggiore rispetto alla versione 2.0, può raggiungere fino a 600 MB/s se è in grado di trasmettere 5W a un amperaggio di 1000 mA. Solo pochi cavi supportano la forza della versione 3.0.
  • USB 3.1: è l’ultima versione di USB. Essendo in grado di raggiungere una velocità di trasferimento di oltre 1,2 Gbit/s, questa edizione promette di rivoluzionare il modo in cui trasferiamo i dati attraverso i nostri dispositivi.

Tipi di connettori

I connettori dipendono dalle loro dimensioni. I più comuni sono:

  • Tipo A: è il più noto di tutti ed è ciò che noi mortali chiamiamo semplicemente USB. È presente in quasi tutti i computer e almeno a un’estremità di tutti i caricabatterie per cavi.
  • Tipo Mini-B: più vecchio, è il connettore utilizzato dai vari dispositivi elettronici, come tablet, smartphone e apparecchiature. Un po’ più grande e più largo del micro-B, è stato sostituito da questo.
  • Tipo Micro-B: è il connettore trovato nella maggior parte degli smartphone e tablet al momento. Conosciuto anche come Micro-USB.
  • Type-C: Il connettore Type-C è arrivato di recente nel mondo, ma sta già dominando e unificando il mercato, con la maggior parte dei nuovi dispositivi che portano input a questo tipo di porta.

Vantaggi dell’USB Type-C

Puoi ricaricare il tuo smartphone in meno di un’ora

Le caratteristiche del nuovo ingresso USB consentono agli smartphone di essere caricati da 3A a 5 Volt. Ad esempio, un Galaxy S6 con 2.500 mAh sarà caricato completamente in 50 minuti (se la batteria lo consente). Un Xperia Z3 con una batteria da 3.100 mAh verrebbe caricato in poco più di un’ora (di nuovo solo se la batteria è compatibile). Alcuni cavi oggi supportano già funzionalità che non sono mai state pianificate per USB 2.0, e la prossima generazione sarà la benvenuta.

L’input è simmetrico

Chi non è stato mai stato infastidito dalla forma a trapezio delle connessioni di oggi? Fortunatamente, il nuovo standard ha le stesse misurazioni sui lati (2,6 x 8,4 millimetri). Ciò significa che non dovrai più cercare il lato giusto per adattarlo all’ingresso dello smartphone. In entrambi i lati, funzionerà.

USB Type-C L’input è simmetrico

Puoi usare il nuovo standard per circa 27 anni

USB Type-C è stato realizzato per supportare 10.000 connessioni. Se si carica lo smartphone una volta al giorno, ciò significa 10.000 giorni senza che la connessione si esaurisca e non possa più essere utilizzata. Ciò significa 27 anni, 4 mesi e 18 giorni. Ovviamente, a quel punto ne hai cambiati di smartphone, e probabilmente sarà cambiato anche lo standard USB. Ma almeno è bene sapere che il nuovo standard è molto più duraturo del Micro USB.

USB Type-C carica anche il tuo laptop

Maggiore resistenza e maggiori velocità di ricarica dello smartphone sono buoni vantaggi. Ma non la nuova USB va oltre. Supporta fino a 20 Volt per 5 Ampere o 100 Watt. Questa è una normale corrente dei computer portatili. In questo modo, i cavi di ricarica proprietari per i dispositivi di questa categoria diventerebbero superflui. Anche Apple li ha adottati sui loro ultimi MacBook.

Velocità di trasmissione dati

Il nuovo standard USB è piuttosto veloce. La velocità massima, in teoria, è di 10 Gbit/s. È sufficiente per un video 4K, con 60 fotogrammi al secondo e audio (ad esempio, per utilizzare un mouse o una tastiera attraverso lo stesso input).

Compatibilità

Sarà possibile utilizzare il nuovo cavo per vari scopi. Caricabatterie, monitor, adattatori e molti altri formati possono essere inviati al museo della tecnologia. Certo, la transizione sarà graduale, ma questa volta andrà nella giusta direzione.

Svantaggi di USB Type-C

Cavi con connettore Type-C e versione USB 2.0

Non tutti i produttori modificano i loro cavi per la nuova versione. Alcuni di loro hanno un connettore Type-C, ma includono la versione USB 2.0, che può essere molto pericolosa.

USB Type-C è incompatibile con la ricarica rapida tradizionale

Questo in realtà non è uno svantaggio, ma va contro il pregiudizio che abbiamo sul caricamento veloce. La ricarica rapida di Qualcomm, la carica Turbo di Motorola e OPPO VOOC Flash carica utilizzano la linea dati per fornire potenza extra con USB 2.0. NESSUNA linea dati USB 3.1 può essere utilizzata solo per i dati.

L’alimentazione nel connettore Type-C non ha bisogno di usare la linea dati perché supporta molta più elettricità (100W) rispetto ai tradizionali 18W. In effetti, può essere fino a 5 volte più veloce (in teoria) rispetto alla carica veloce.

USB Type-C non è ancora molto comune e relativamente costoso

L’USB Type-C è ancora in fase di introduzione sul mercato e ci sono ancora pochi dispositivi che hanno input con questo tipo di connettore, così come i cavi che si adattano davvero alla versione, anche se crescono ogni giorno. Gli unici dispositivi conformi a USB 3.1 Type-C alla lettera sono quelli della linea Nexus, Google. Inoltre, la maggior parte dei caricabatterie e dei cavi che sono veramente USB Type-C è piuttosto costosa.

Hai mai utilizzato un cavo USB Type-C? Ti sei trovato bene?

Come sapere se il tuo telefono ha USB OTG, tutti i passaggi

USB OTG o USB On The Go è una semplice opzione per espandere la memoria del tuo Android: basta collegare una pendrive. Ma il tuo telefono è compatibile? Scoprilo. Questa tecnologia è l’abbreviazione di USB On-The-Go. Una caratteristica inclusa nello standard USB 2.0 che è stata rilasciata nel 2001. Se ne vuoi sapere di più leggi questo articolo: Come sapere se il tuo telefono ha USB OTG, tutti i passaggi


Leggi anche ...

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.