Quali sono le differenze tra Android stock, Android One e Android Go

By | Nov 21, 2018

Vi diciamo le differenze tra Android, Android One e Android Go, tre versioni dello stesso sistema operativo focalizzate su terminali molto diversi e il cui aspetto varia notevolmente da uno all’altro. Quando parliamo di sistemi operativi, dobbiamo sapere che sia per i dispositivi mobili sia per i portatili, ce ne sono di molti diversi. Tuttavia, sui computer ci dividiamo tra Linux, Mac e Windows; sui telefoni abbiamo iOS e Android.





Come bloccare un numero su un telefono Android >>

Nelle righe seguenti, ci concentreremo sui cellulari. Pertanto, vi spiegheremo le differenze tra Android, Android One e Android Go. Android è il sistema operativo più utilizzato al mondo. Google ha lavorato e lavora tuttora molto bene, lavorando con diverse aziende, per scommettere sul proprio sistema operativo e creare un grande blocco contro Apple e il tuo iPhone 😉

Pensate che nell’anno in cui fu rilasciato il primo smartphone Android, sui telefoni giravano molti sistemi operativi diversi e di diversi produttori, questo fino all’arrivo del robottino verde, che ha rivoluzionato la scena.

Tuttavia, a volte, ci possono essere utenti che dicono che il loro Xiaomi non ha Android, ma la MIUI, o che il loro Huawei non usa Android, ma EMUI. O che il tuo Samsung non usi Android, ma TouchWiz (o Samsung Experience). E no, tutti questi “sistemi operativi” sono Android e dipendono da Google. Semplicemente, sono strati di software che ciascuno dei produttori ha istallato sui propri smartphone.




Ora, perché questi telefoni hanno dei sistemi operativi personalizzati, mentre un Pixel o un telefono come Xiaomi Mi A2, utilizzano Android puro? Qual è la differenza tra Android puro e “l’altro Android”? Qui sotto stiamo per rispondere a queste domande e ti diremo quali sono le differenze tra Android, Android One e Android Go.

Cosa fa Wipe su Android e a cosa serve? >>

Quali sono le differenze tra Android stock, Android One e Android Go

Android o Android stock

Android, o Android stock per differenziarlo dalle nuove versioni, è la prima versione di Android, l’originale e, curiosamente, il più puro. Android è nato nel 2003, ma è stato acquistato nel 2005 da Google e solo nel 2008 abbiamo visto il primo telefono Android, il leggendario HTC Dream con Android Apple Pie (e 10 anni dopo, abbiamo Android Pie, versione 9.0 del sistema operativo ).

Questo è l’Android originale su cui diversi produttori lavorano per sviluppare i propri terminali, ed è quello che ha subito i maggiori cambiamenti nel tempo. Inoltre, Google consente a diversi produttori di aggiungere il proprio software per personalizzare il dispositivo.

Questo è chiamato “livello di personalizzazione”, e in pratica è ciò che troviamo nella grande maggioranza dei telefoni Samsung, Sony, Huawei o LG, per nominare alcuni dei marchi più venduti. Questo vale per quasi tutti i telefoni cellulari Xiaomi.

Esempi di telefoni con livelli di personalizzazione:

  • Samsung Galaxy S9 + con Samsung Experience / TouchWiz
  • Sony Xperia XZ2 con Xperia Home
  • Oppo R15 con ColorOS
  • Huawei P20 Pro con EMUI
  • Xiaomi Mi 8 con MIUI
  • LG G7 con LG UX

Come nascondere file, foto, video e app su Android >>

Android One, la versione più pura

Il sistema operativo Android è piuttosto complicato, dal momento che parliamo di un singolo sistema operativo, ma con numerose modifiche a seconda del produttore. Qualcosa di più facile da capire è Android One. Ed è la versione più pura di Android installata su dispositivi che non provengono da Google. Questa iniziativa è nata nel 2014 ed è utile a migliorare le prestazioni di quei terminali di fascia bassa rilasciati nei mercati emergenti.

Gli strati di personalizzazione che vengono aggiunti su Android, sono dei veri divoratori di risorse, specialmente alcuni anni fa, e hanno sempre ostacolato le prestazioni di molti dispositivi. Ciò non accade con Android One. E cioè, chi aderisce al “piano” Android One è praticamente costretto da Google a non toccare “troppo” il sistema operativo. Google permette i produttori di modificare di poco, l’app fotocamera e aggiungere alcune applicazioni aggiuntive, come ad esempio alcune di Xiaomi.

Ciò si traduce in cellulari con una versione molto pulita di Android e anche più veloci. Non avendo lo strato di personalizzazione sopra il sistema operativo, le prestazioni sono più fluide, poiché non c’è niente che consuma risorse. Pertanto, quando analizziamo un telefono cellulare come Xiaomi Mi A2, ad esempio, apprezziamo le fantastiche prestazioni con Android One e Snapdragon 660 come processore.

gli aggiornamenti? Nei telefoni Android One, come nel caso Android, Google non interferisce. Cioè, Google rilascia la nuova versione di Android poi è il produttore a decidere quando aggiornare il loro terminale. Tuttavia, poiché c’è meno “software”, la frequenza degli aggiornamenti è generalmente più alta. E sì, sono assicurati 18 mesi di aggiornamenti, quindi un Android One appena acquistato gira già con la versione più recente di Android, ed ha almeno assicurato un’altro aggiornamento se non pure due.

Esempi di telefoni cellulari con Android One :

  • Xiaomi Mi A2
  • Xiaomi Mi A1
  • BQ Aquaris X2
  • HTC U11
  • Nokia 8
  • Nokia 7
  • Nokia 3

Come ripristinare un Android alle impostazioni di fabbrica >>

Android Go

Siamo arrivati alla fine con Android Go, l’ultimo ad aderire alla festa. Nel dicembre del 2017, Google decise che voleva porre fine alla frammentazione nella gamma bassa e lanciò un sistema operativo Android controllato che chiamò Android Go. L’obiettivo è essere il sistema operativo per i telefoni cellulari di fascia molto bassa e, quindi, qui Google pone dei limiti.

Se un produttore desidera installare Android Go sul proprio terminale, deve essere un dispositivo mobile con 1 GB di RAM e 8 GB di spazio di archiviazione. Questa è un’iniziativa per i telefoni cellulari con pochissime risorse, ed è per questo che Google controlla tutto di questi terminali. Qui siamo di fronte alla versione più pura di Android, dal momento che gli aggiornamenti dipendono da Google stessa.

Tanto che Android Go ha il suo negozio e le sue applicazioni (chiamate “Go”) che consumano meno risorse delle loro sorelle maggiori. Ovvero, YouTube GO consuma meno dell’app “normale” di YouTube. Ti verrà chiesto perché e per chi è un cellulare Android Go, e la risposta è semplice: per i mercati emergenti.

In paesi come la Malesia e l’India, i telefoni cellulari di questo tipo sono estremamente popolari. Pertanto, Google vuole che ci siano telefoni al di sotto dei 100 euro che soddisfano gli standard di qualità di Google e funzionano nel modo migliore possibile. Da qui la nascita di un sistema operativo come Android Go.

Esempi di telefoni cellulari con Android Go:

  • Nokia 1
  • Samsung Galaxy J2 Core
  • Moto C2

Come disinstallare le applicazioni su Android >>


Leggi anche ...

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.