Quale cavo HDMI scegliere

By | ottobre 19, 2018
Quale cavo HDMI scegliere

Come navigare nella giungla dei cavi HDMI? Console per videogiochi, televisori, computer, lettori Blu-ray, tutti i dispositivi hanno una caratteristica in comune: di solito sono dotati di uno o più cavi HDMI per la trasmissione di suoni e immagini.




Sin dal suo arrivo nel 2002, lo standard HDMI ha subito molti aggiornamenti per l’arrivo di nuovi elementi come 3D, video 4K e frequenze di visualizzazione più elevate. Le caratteristiche si sono evolute con la versione 2.1 che accetta video 8K e anche 10K.

I cavi HDMI differiscono con le loro velocità in bit

Ora c’è una vasta scelta di cavi sul mercato e diventa difficile orientarsi per acquistare quello che soddisfa le tue esigenze. Come i cavi Ethernet o USB, i cavi HDMI offrono il throughput complessivo massimo che verrà utilizzato per trasmettere suoni, immagini e altri dati digitali.

Per l’immagine, il bitrate richiesto dipenderà dalla definizione e dalla frequenza di visualizzazione, ma anche dal sottocampionamento della crominanza (4: 2: 0, 4: 2: 2 o 4: 4: 4), profondità di colore (8 o 10 bit o anche 12 bit o 16 bit per colore base) e presenza di metadati HDR. È quindi importante assicurarsi di disporre di un cavo che offre una velocità sufficiente e, soprattutto, di diffidare di pubblicità ingannevoli. Un produttore può annunciare che il suo cavo è compatibile con lo standard HDMI 2.0 ma questo non è garantito. E, soprattutto, non ci sono certificazione ufficiali delle diverse versioni dello standard HDMI.




Fai attenzione anche ai cavi pubblicizzati con funzioni specifiche come ARC (canale di ritorno audio) o CEC (controllo globale di tutti i dispositivi HDMI con un unico telecomando) poiché queste funzioni dipendono principalmente dal dispositivo. Ad esempio, alcuni televisori hanno più prese HDMI, ma a volte solo una supporta la funzione ARC per il collegamento a un amplificatore audio.

L’unica eccezione è il possibile canale Ethernet (HEC) per il trasferimento di dati di rete tra due dispositivi. Ad esempio, se una TV e un lettore Blu-ray hanno la funzione HEC, basta collegarne uno alla propria porta in modo che anche l’altro acceda a Internet. Questa funzione deve essere menzionata nelle caratteristiche del cavo.

Quale cavo HDMI scegliere?

L’organizzazione che gestisce le certificazioni HDMI ha deciso di prendere in mano la situazione e cerca di incoraggiare gli utenti a ignorare le versioni standard (1.4, 2.0, ecc.), Inoltre, offre la certificazione di cavi HDMI ad un numero limitato di categorie. Ad esempio, il cavo HDMI “Standard” è limitato alla trasmissione video 720p e 1080i, mentre il cavo HDMI “High Speed” supporta 1080p, 3D, Ultra HD 4K (fino a 30fps), HDR e video.

Infine, la certificazione “Premium” garantisce che il cavo sarà in grado di trasmettere video Ultra HD 4K a 60 frame / s (HFR) e di beneficiare dello spazio colore BT.2020, nonché di HDR con dati dinamici. Questo tipo di cavo è interessante ad esempio con le ultime console di gioco (PS4 Pro, Xbox One X), che hanno giochi 4K con un display a 60 frame / s.

L’organizzazione prevede anche un logo HDMI “Ultra High Speed” per cavi in ​​grado di trasferire video HDR 8K. Esistono anche varianti “With Ethernet” di cavi che, come suggerisce il nome, menzionano la presenza di un canale specifico per un collegamento di rete Ethernet. Le versioni “Automotive” indicano che i cavi hanno un connettore specifico per le automobili.

Optare per un cavo HDMI certificato

  • Al momento dell’acquisto di un cavo HDMI, è necessario prima controllare il connettore (Standard, Mini o Micro), nonché la necessità di un collegamento di rete Ethernet integrato o meno. Attenzione ai modelli troppo economici, ad esempio 5 euro, perché sono generalmente di scarsa qualità.
  • Per le vecchie console di gioco e lettori Blu-ray, qualsiasi cavo HDMI recente è adatto, purché sia ​​di buona qualità.
  • Per guardare la maggior parte dei film in Ultra HD 4K (a 24 o 30 immagini / s), un cavo “High Speed” di solito va bene.
  • Per le ultime console di gioco, i giocatori PC e Apple TV 4K, optate per un cavo “Premium” certificato perché ci sono modelli di 2-3 m circa 20 euro e siete certi che offriranno le caratteristiche richieste da un display 4K a 60 fotogrammi al secondo.

Se acquisti online, ti consigliamo di guardare i commenti dei clienti perché alcuni modelli, anche certificati, a volte soffrono di difetti molto restrittivi, come i connettori molto difficili da rimuovere una volta connessi. Fare attenzione anche alla lunghezza perché i cavi di oltre 5 m hanno a volte difficoltà a trasmettere correttamente il segnale elettrico.

Infine, dobbiamo anche controllare le specifiche HDMI dei dispositivi che collegheremo. Ad esempio, potrebbero esserci diversi connettori HDMI su un dispositivo che corrispondono a diverse versioni dello standard. La connessione verrà sempre effettuata con la versione più debole (retrocompatibilità). Non è colpa del cavo se si collega la nuova console per videogiochi 4K (HDMI 2.0) alla porta HDMI 1.4 del televisore.


Leggi anche ...

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.