QLED vs OLED qual è la differenza e perché è importante …

By | marzo 30, 2018

L’anno scorso Samsung ha ribattezzato i suoi televisori a punti quantici come QLED. Alcuni potrebbero dire che QLED è molto simile a OLED ma le due tecnologie sono completamente diverse. Ma quali sono le differenze, quale è meglio e quale dovresti comprare?




Questa è una domanda difficile a cui rispondere in modo sintetico, specialmente perché Samsung sta lanciando una nuova gamma di televisori QLED nel 2018 che promettono di correggere i difetti dei modelli dello scorso anno. A prima vista sembrano migliori perfino dei migliori TV OLED.

Iniziamo con OLED. Rappresenta un diodo organico a emissione di luce. I televisori OLED sono emissivi, il che significa che ogni pixel emette la propria luce. Se un pixel è spento, non emette luce ed è quindi nero. Ecco perché i televisori OLED possono offrire i loro “infiniti” rapporti di contrasto e perché i loro neri sono molto profondi.

I cosiddetti TV a LED sono in realtà TV LCD. Anni fa, i primi schermi piatti che utilizzavano la tecnologia LCD avevano tubi fluorescenti dietro di loro per fornire la luce. Perché consumavano molto, sono stati piano piano sostituiti da LED più piccoli, più economici e più efficienti dal punto di vista energetico.




QLED vs OLED qual è la differenza e perché è importante …

Tuttavia, la tecnologia LCD che crea l’immagine che vedi è rimasta praticamente la stessa. I pixel non emettono alcuna luce, quindi i LED sono illuminati da dietro o da un lato in modo da poter vedere l’immagine, un po’ come far brillare una torcia attraverso un pezzo di carta. Ed è per questo che alcuni televisori sono chiamati “retroilluminati a LED” e “LED edge-lit”.

La maggior parte dei televisori LCD è illuminata dai bordi, e questo include i televisori QLED della Samsung dello scorso anno. La Q, come puoi immaginare, sta per Quantum dot. Allora, qual è il punto quantico?

È un po’ come l’OLED, dove le minuscole molecole (i punti quantici) emettono luce colorata quando la luce viene riflessa su di esse. Questi punti quantici sono contenuti in un film che forma solo uno dei molti strati che costituiscono una TV QLED. Altri includono un foglio di prismi che aiuta a migliorare gli angoli di visuale, i fogli diffusori e i polarizzatori.

Cos’è QLED e OLED?

In breve, un TV QLED è un TV LCD con un livello di punti quantici aggiunto che migliora la luminosità e il colore rispetto ai TV LCD LED “standard”. I modelli più brillanti attuali possono arrivare a circa 1400 nit: i picchi medi della TV LCD sono di 300-400 nits.

Entrambi gli acronimi – OLED e QLED – sono essenzialmente termini che abbracciano le variazioni della tecnologia. Non tutti i televisori OLED sono identici nella loro architettura e nemmeno i televisori QLED, sebbene QLED sia più un termine di marketing.

QLED è migliore di OLED?

Guardando i televisori più vecchi del 2017, la risposta è no. Uno degli svantaggi di OLED è che non è luminoso come i più luminosi TV LED. I produttori stanno inseguendo una luminosità sempre più elevata, quindi i loro televisori possono produrre più contrasto e quindi un’immagine migliore durante la riproduzione di video HDR, ma un altro vantaggio della tecnologia QLED di Samsung sono i colori migliori.

Samsung chiama questo ‘volume del colore al 100%’, ma significa semplicemente più saturazione (che significa colori più vividi).

Il problema con l’uso dell’illuminazione dei bordi quando si aumenta la luminosità a 1000 o persino 2000 lits è che si finisce con effetti indesiderati come l’alone. Questo è il punto in cui la luce proveniente da aree luminose si disperde in aree scure piuttosto che in un bordo ben definito.

Un buon esempio è una fiamma di una candela su uno sfondo nero. Questo non è un problema per i televisori OLED, poiché ogni pixel crea la propria luce.

Per i televisori a LED, specialmente quelli con illuminazione laterale, è difficile controllare la luce che traspare attraverso ogni pixel. L’oscuramento locale è possibile con i display a bordo illuminato, ma è più facile quando si dispone di una griglia di LED dietro l’intero pannello.

Per il 2018, almeno alcuni televisori QLED di Samsung utilizzeranno la retroilluminazione e avranno centinaia di “zone” che possono essere disattivate. Avranno anche livelli aggiuntivi per controllare e ridurre al minimo la perdita di luce interna, oltre al supporto software che determinerà dove sono le aree luminose e oscurare quella zona per evitare l’alone.

Quindi quale tecnologia dovrei comprare?

Questa è la parte difficile. Dobbiamo ancora testare i modelli 2018, quindi non sappiamo ancora cosa ci verrà offerto. E non si tratta solo della qualità dell’immagine, ma anche del prezzo, caratteristiche del software, estetica ecc.

Entrambi i tipi di TV sono ancora molto costosi, il che significa che dovresti vedere i televisori prima di spendere migliaia di euro. Basti dire che l’OLED è la tecnologia da seguire se vi preoccupa di più la qualità dell’immagine.

Ma con gli ultimi modelli QLED rilasciati dalla Samsung, è possibile che gli ultimi televisori OLED siano una buona occasione per il prezzo.

Come trasmettere dallo smartphone o dal computer alla TV con Chromecast

Chromecast è uno dei prodotti Google di maggior successo. Di seguito, ti offriamo tre semplici modi per trasmettere applicazioni, display e altri ambienti dallo smartphone o dal computer alla TV. Come trasmettere dallo smartphone o dal computer alla TV con Chromecast.


Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.