Come fare Jailbreak su iOS 9.3.3 iPhone, iPad, iPod Touch

Come fare Jailbreak su iOS 9.3.3 iPhone, iPad, iPod Touch, dopo un po di tempo è stato rilasciato il Jailbreak dalla squadra Pangu, che è riuscita a decifrare il codice iOS, ma funziona solo per la versione iOS 9.3.3, questo tutorial per il Jailbreak è solo per Windows.

Link sponsorizzati



Il Jailbreak di Pangu funziona solo su iOS 9.3.3 con architettura a 64 bit per iPhone, iPad o iPod Touch, il Jailbreak serve per liberare l’hardware del dispositivo iOS dalle restrizioni implementate da Apple.

Prima di iniziare verificare l’elenco dei dispositivi compatibili su cui funziona questo Jailbreak:

  • iPhone 6S Plus, iPhone 6S, iPhone 6 Plus, iPhone 6, iPhone 5S, iPhone SE
  • iPad Pro (tutti i modelli), iPad Air 2, iPad Air 1, iPad Mini 4/3/2.
  • iPod Touch 6th generazione

E per i seguenti sistemi operativi: iOS 9.2.1, iOS 9.2, iOS 9.3.3, iOS 9.3.2, iOS 9.3.1, iOS 9.3

Link sponsorizzati


Come fare Jailbreak su iOS 9.3.3 iPhone, iPad, iPod Touch

Disclaimer: Tutti gli strumenti, mod o ROM indicate di seguito appartengono ai rispettivi proprietari/sviluppatori. Noi di Guidesmartphone.net o gli sviluppatori non devono essere ritenuti responsabili se bloccate il dispositivo. Non vi abbiamo detto noi di provare questo tutorial.

Requisiti:

Come fare Jailbreak su iOS 9.3.3 iPhone, iPad, iPod Touch

1 – Collegare il dispositivo iOS al PC tramite il cavo USB.

2 – Scarica Pangu Jailbreak tweak dal link qui sopra ed eseguilo sul PC Windows come amministratore: tasto destro del mouse sul file di installazione e selezionare Esegui come amministratore  dal menu contestuale.

3 – Se si utilizza la versione cinese di Pangu jailbreak Tweak, cliccare sul testo scritto in cinese all’interno del box rettangolare nell’interfaccia principale. Gli utenti della versione inglese dovrebbero essere in grado di leggere dove fare clic.

4 – Dopo aver cliccato sul pulsante attendete che si completi l’installazione sul dispositivo di Helper PP 5.0.

5 – Una volta completato, dovreste vedere l’icona di collegamento sul desktop.

6 – Tasto destro del mouse sull’icona di collegamento e selezionare Esegui come amministratore dal menu a discesa.

7 – Quando il software è aperto, premere il pulsante verde per avviare il processo di jailbreak.

8 – Durante il processo di jailbreak, inserire le lettere captcha nel box quando viene richiesto, dopo il quale il software inizierà il processo di installazione del profilo sul dispositivo.

9 – Inserire ID Apple e la password quando richiesto. Si consiglia di utilizzare un ID Apple di riserva per la firma. Non vi è nulla di male se utilizzate l’ID originale di Apple. Se vuoi, visita  appleid.apple.com e segui le istruzioni sullo schermo per creare il tuo ID.

10 – Dopo questo, l’applicazione PP inizierà ad installarsi sul dispositivo.

11 – Una volta installato, andare su  Impostazioni> Generali> Device Management (su iOS 9.3.3) Impostazioni> Generali> Profilo (iOS 9.3.2 o precedente)  e selezionare Trust nelle opzioni sviluppatore.

12 – Ora, aprire l’applicazione PP (Pangu), e toccare e accettare di ricevere le notifiche push.

13 – Qui, vedrete un grande cerchio, toccate nel mezzo e attendere che PP installi Cydia e immediatamente premere il tasto Standby/accensione per bloccare il dispositivo senza chiudere l’applicazione PP.

14 – Una volta completato, riceverete una notifica che il processo di jailbreak ha avuto successo.

15 – Ora sbloccate il dispositivo iOS, dove potrete vedere l’app PP che darà gli ultimi ritocchi al processo di jailbreak, dopo che il dispositivo si riavvierà automaticamente.

16 – Dopo il riavvio, Cydia verrà installato sul dispositivo Jailbroken iOS 9.3.3.

17 – Questo è tutto.

Ricordate che questo è ancora un jailbreak Tweak semi-tethered, significa che sarà richiesto di ri-jailbreakkare il dispositivo ad ogni riavvio.

Non è necessario ripetere l’intero procedimento utilizzando il PC. Tutto quello che dovete fare è aprire l’applicazione PP e toccare il grande cerchio in mezzo per riattivare il jailbreak.

Semplice no?

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*