Come installare Xposed Framework e i suoi moduli

By | giugno 8, 2018

Se hai mai sentito che il meglio di Android sono le possibilità di personalizzazione, ti dirò che è assolutamente vero. Cambiare launcher è solo la punta dell’iceberg. Nascoste troviamo più possibilità, non solo quelle per cambiare il suo aspetto ma anche di aggiungere più funzioni. Qui è dove opera il famoso Xposed Framework.




Xposed Framework: cos’è e cosa serve?

Xposed è un ponte verso infinite possibilità. Xposed ci consente di estendere le funzioni del nostro smartphone installando pacchetti, proprio come qualsiasi altra applicazione. Per capirci è qualcosa come Project Ara (smartphone modulare) ma a livello software.

L’unico requisito per usare Xposed è che devi essere root, poiché il framework modifica le parti del tuo sistema per fare in modo che funzioni. Con Xposed Framework puoi installare Moduli Xposed con funzioni extra sul tuo sistema operativo.

Per fare un esempio, c’è un modulo con alcune funzioni di Android N o per modificare il sistema di spegnimento e riavviare in recovery mode direttamente dal sistema di riavvio.




Come funziona Xposed Framework

Xposed Framework da solo non fa nulla, ma apre la strada per installare funzioni extra con i loro moduli su dispositivi root. Una volta installato, possiamo cercare i moduli nell’applicazione Installer Xposed, installarli e attivarli. La maggior parte dei moduli ha bisogno di un riavvio per farli funzionare.

Per disinstallare i moduli bisogna fare esattamente la stessa cosa di quanto si disinstalla un’applicazione.

A differenza delle ROM, che cambiano il firmware completo del nostro smartphone, con Xposed possiamo aggiungere funzioni al software che il produttore ha preinstallato sul nostro dispositivo.

Come installare Xposed Framework e i suoi moduli

D’altra parte Xposed ha moduli che funzionano con quasi tutte le ROM e versioni Android a partire dalla 4.0.3. Dobbiamo stare attenti e assicurarci che i moduli che installiamo siano compatibili con la versione Android che abbiamo installata sul nostro dispositivo.

Per installare Xposed Framework il primo passo, come suppongo tu già sappia, è quello di avere il nostro smartphone Android rootato. Ora dobbiamo essere sicuri della versione di Android che gira sul nostro dispositivo. Questa versione dipenderà dal pacchetto che dobbiamo installare, poiché esistono diverse versioni di Xposed: Oreo, Nougat, Marshmallow, Lollipop o Kitkat e inferiore.

Qui sotto potete vedere i vari tutorial per sapere come installare Xposed Framework sui vari sistemi operativi:

Come installare Xposed Framework su Android Oreo 8.0 e 8.1

Come installare Xposed Framework su Nougat

Come installare Xposed Framework su Android Marshmallow 6.0

Come installare Xposed Framework su Android 5.0 Lollipop

Come installare i moduli Xposed

Una volta installato Xposed Framework per la nostra versione Android, è possibile aprire Xposed Installer e scaricare i moduli.

Per cercare i moduli, vai in Xposed Installer> Moduli, qui puoi cercare i moduli con il loro nome o le loro funzioni.

Scegline uno interessante, fai clic su di esso e nella descrizione trovi tutte le informazioni dettagliate su ciò che fa.

Con uno scorrimento a sinistra, verranno visualizzate le versioni.

Fai clic su “download” e al termine, installa il modulo.

Torna indietro, e attiva il modulo appena scaricato e installato.

Riavvia, una volta fatto vedremo una notifica che ci dà la possibilità di attivare e riavviare.

Esistono centinaia di moduli per modificare le funzioni del tuo sistema operativo e puoi anche cercarli attraverso il sito Web di Xposed dove troverai l’intero repository.

Hai provato Xposed? Parlaci della tua esperienza!


Leggi anche ...

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.