Installa Windows 10 da zero: come eseguire un’installazione pulita

By | Nov 13, 2018

Stai pensando di fare un’installazione pulita di Windows 10? Non ti muovere finché non hai letto la nostra guida. Non preoccuparti, ti diamo tutto quello che ti serve per farlo con successo. Forse è ora che tu aggiorni il tuo sistema operativo.





I migliori antivirus gratuiti per PC del 2019

Probabilmente hai già visto tutto di Windows 7, forse ne hai avuto abbastanza della schermata di avvio di Windows 8 – o della sua odiosa barra degli accessi – o forse vieni da Windows Vista ormai diventato vecchio.

Questi potrebbero essere alcuni motivi per fare il salto a Windows 10. Supponiamo che ci sia sempre stato qualcuno che lo ha fatto per te … ma questa volta hai deciso di fare tutto da solo, non ti preoccupare ci siamo qui noi.

Questa è un’installazione pulita di Windows 10

Prima ancora di pensare a installare Windows 10 sul tuo computer, dovrai creare un modo per installare il sistema operativo. Per questo dovrai andare qui e scaricare un’immagine ISO con cui iniziare il procedimento: lo strumento che scarichi ti darà la possibilità di scegliere tra un’immagine ISO o la creazione di una USB con tutto il necessario. Una volta fatto, riavviare il computer e contrassegnare nel BIOS il supporto di installazione creato come unità da cui avviare il sistema.




L’installazione inizierà. Prima di tutto dovremo scegliere la lingua dello stesso, anche se l’italiano è selezionato per impostazione predefinita. Una volta cliccato su prossimo dobbiamo fare click clic sul pulsante Installa ora.

Il programma impiegherà alcuni minuti per configurare l’installazione, dopodiché dovremo inserire il codice prodotto. Se non lo hai a portata di mano o se prevedi di attivare Windows dopo l’installazione puoi inserirlo successivamente, quindi puoi fare clic sul pulsante Non ho un codice prodotto.

Il prossimo passo è scegliere la versione di Windows che vogliamo installare sul nostro computer. Possiamo scegliere l’installazione di default o selezionarne una che meglio si adatta alle nostre esigenze. Al termine, fare clic su Avanti.

Dopo aver accettato il contratto di licenza Microsoft, arriviamo a una delle parti critiche: aggiornare il nostro Windows o installare il sistema operativo da zero? Questo è il nostro caso, selezioniamo l’opzione Personalizzata: installa solo Windows (avanzato).

La prossima cosa è partizionare il disco rigido. In questo caso avremo un’unità vuota, è sufficiente selezionarla e premere Avanti in modo che il programma di installazione esegua automaticamente le operazioni necessarie. 

Se abbiamo una vecchia installazione che vogliamo eliminare dovremo selezionare la partizione corrispondente e fare clic su Elimina, mentre se vogliamo creare manualmente le partizioni dovremo selezionare l’unità e fare clic su Nuovo

Questo, insistiamo, è solo per utenti più avanzati. Nel caso avete un’unità vuota, è consigliabile lasciare a Windows la responsabilità di tutto.

Una volta risolto il problema del partizionamento, l’installazione di Windows completerà automaticamente l’installazione.

Cosa fare dopo aver installato Windows 10?

Windows 10 incorpora un’interessante novità rispetto ad altre versioni precedenti, e cioè che installa automaticamente i driver del computer. Questo problema è già risolto, ma ora dobbiamo fare qualcosa di più macchinoso: reinstallare tutti i programmi e migliorare le prestazioni del sistema per farlo funzionare perfettamente.

Ninite, la soluzione per reinstallare i programmi

Ninite è un tentativo di semplificare l’installazione dei programmi più comuni che gli utenti solitamente desiderano installare su Windows. Non è un repository che funziona attraverso il terminale come Chocolatey, ma serve per semplificare il processo di installazione dei programmi senza dover accedere a migliaia di siti Web diversi.

Tutto quello che devi fare è scegliere le tue applicazioni preferite dall’elenco, dopodiché puoi scaricare un file eseguibile che le scarica e installar automaticamente. In questo modo risparmierai un sacco di tempo e fatica.

Accelerare le prestazioni di Windows

Esistono diversi modi per accelerare Windows 10 senza modificare l’hardware, come menzionato in un precedente articolo. Qui ci sono quelli più essenziali:

  • Disabilita il menu Start trasparente: per recuperare una tinta unita nel menu Start devi andare su Start> Impostazioni> Personalizzazione> Colori e disattivare l’opzione Crea avvio, la barra delle applicazioni e il centro attività trasparente.
  • Disattiva gli effetti speciali: fai clic con il tasto destro del mouse sul menu Start e poi su Sistema. Quindi fare clic sulla sezione Impostazioni di sistema avanzate. Una volta lì, fai clic sul pulsante Impostazioni nella sezione Prestazioni. Questo aprirà il menu delle opzioni di prestazione. Nella scheda Effetti visivi, puoi consentire a Windows di scegliere le opzioni che ritieni opportune o, tramite l’opzione Personalizza, disattivare a mano tutto ciò che ritieni appropriato.
  • Disabilitare le applicazioni che si avviano con il sistema operativo: fare clic con il pulsante destro del mouse sul menu Start e selezionare Task Manager. Quindi vai alla scheda Home e cerca nell’elenco dei programmi che vedi non è necessario avviare come fa il sistema operativo. Una volta individuati, fai clic sul pulsante Disattiva e il gioco è fatto.

Risolvi i problemi di utilizzo del disco

All’apertura del task manager vedremo i processi con diverse colonne che separano i loro diversi consumi: CPU, memoria, disco e rete.

Nella maggior parte delle installazioni di Windows questo problema in genere non viene visualizzato, ma alcuni utenti hanno segnalato problemi di utilizzo elevato del disco rigido, in particolare con le unità a stato solido. Questo fa sì che il sistema subisca alcuni “crash” che non durano a lungo, ma possono essere molto fastidiosi, specialmente quando si lavora.

Per risolvere questo problema eseguire un piccolo procedimento. Il primo è quello di aprire una console di sistema con privilegi di amministratore. Per fare questo clicchiamo sul menu Start, digitiamo cmd e quando appare il programma System Symbol clicchiamo con il tasto destro sopra. Abbiamo scelto di eseguire come amministratore.

Quello che intendiamo fare è disabilitare la ricerca di Windows, prima temporaneamente e poi in modo permanente. Con la console aperta, inserisci il seguente comando:

net.exe stop "Windows search"

Ora dobbiamo disabilitarlo in modo permanente. Per fare ciò, premere il tasto Windows allo stesso tempo e il tasto R per aprire il comando Esegui. Quando si apre scriviamo services.msc. Nella schermata che si apre, cerchiamo la ricerca di Windows e facciamo doppio clic su di essa per modificare le sue proprietà.

Nel campo Tipo di avvio, cambiamo il valore che viene impostato su Disabilitato, quindi se facciamo clic su OK, e Windows Search non ci disturberà più.

Un altro passo per risolvere questo problema è disabilitare il servizio Superfetch. Nella stessa finestra di servizio, cerchiamo Superfetch e facciamo doppio clic su di esso per modificare le sue proprietà.

Come nel caso precedente, facciamo doppio clic su di esso per cambiare il tipo di avvio in Disabilitato. Una volta fatto questo il miglioramento delle prestazioni dovrebbe essere notevole.


Leggi anche ...

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.