Il modo migliore per rintracciare un telefono Android perso?

By | agosto 9, 2018
Il modo migliore per rintracciare un telefono Android perso?

Il modo migliore per rintracciare un telefono Android perso? Perdere il tuo dispositivo Android può comportare conseguenze devastanti. Dopotutto, oggigiorno dipendiamo dai nostri telefoni per quasi ogni cosa. Abbiamo così tanti dati personali memorizzati su di essi, che potrebbero potenzialmente essere utilizzati in modo errato se dovessero cadere nelle mani sbagliate.




Il modo migliore per rintracciare un telefono Android perso?

Fortunatamente, i dispositivi Android dispongono di una funzionalità chiamata “Trova il mio dispositivo” che può essere utilizzato per riavviare il dispositivo in caso di furto o di smarrimento. È una funzione incorporata fornita con tutti i dispositivi. Fondamentalmente, puoi tracciare/rintracciare la posizione del dispositivo utilizzando il tuo account google tramite un browser.

Questa funzione entrerà in azione solo se i servizi di localizzazione sono abilitati sul tuo dispositivo, in caso contrario corri ad attivarli. Vediamo come rintracciare i telefoni Android usando Google.

Passaggi per rintracciare un telefono Android perso utilizzando Google.

Parte 1: attiva “Trova il mio dispositivo” sul tuo dispositivo Android

Passaggio 1: vai alle Impostazioni> Sicurezza.
Passaggio 2: vai su “Amministratori dispositivo”.
Passaggio 3: assicurati che il pulsante di attivazione “Trova il mio dispositivo” sia attivo.
Passaggio 4: ora attiva i servizi di localizzazione.
Passaggio 5: vai su Impostazioni>Posizione e il pulsante di attivazione si accenderà.
Passaggio 6: quindi fai clic su “Modalità” e seleziona l’opzione “Alta precisione”.
Passaggio 7: scorri verso il basso e vai su “Cronologia delle posizioni di Google”.
Passaggio 8: tocca il pulsante di attivazione accanto a “Usa cronologia delle posizioni” per accenderlo. Vedrai l’elenco dei dispositivi che desideri localizzare, semplicemente tocca i pulsanti di attivazione vicino ad essi.




Parte 2: ricerca di un dispositivo Android perso utilizzando un browser e “Trova il mio dispositivo”.

Passaggio 1: vai al sito web Android.com/find da qualsiasi browser e da qualsiasi dispositivo.
Passaggio 2: ora accedi utilizzando il tuo profilo Google che è stato utilizzato nel tuo dispositivo e che attualmente è stato perso.
Passaggio 3: se hai più dispositivi Android con lo stesso ID Google, seleziona quello che desideri individuare dall’elenco.
Passaggio 4: una volta selezionato il dispositivo, è possibile eseguire le seguenti azioni.

  • Suonare in remoto il dispositivo – Riproduce il suono per 5 minuti in modo continuo anche se il dispositivo è in modalità silenziosa.
  • Bloccare il dispositivo e visualizzare un messaggio sulla schermata di blocco: ti aiuterà a visualizzare il tuo numero di telefono sullo schermo.
  • Pulire completamente il dispositivo: eliminerà tutti i tuoi dati incluso il tuo ID Google dal dispositivo e non sarai più in grado di individuarlo.

Come individuare un dispositivo Android utilizzando Google Maps

Passaggio 1: vai su Google Maps ed entra con il tuo stesso account Google. Assicurati che sia lo stesso account utilizzato sul dispositivo Android che hai perso.
Passaggio 2: fai clic sul pulsante “Menu” situato nell’angolo in alto a sinistra. Scorri verso il basso e seleziona l’opzione “Timeline”.
Passaggio 3: imposta la data, il mese e l’anno per visualizzare la cronologia delle posizioni in cui è stato perso il dispositivo Android.

Ecco alcune app per rintracciare un telefono Android perso

1. Where’s my Droid

Una delle migliori app sul mercato Android da utilizzare in caso di smarrimento del proprio dispositivo. Ha molte caratteristiche ed è molto comodo da usare. Ha due versioni. Scaricala ora e traccia il tuo dispositivo immediatamente. Alcune delle funzioni offerte dalla versione gratuita:

  • Trova il telefono facendolo squillare/vibrare.
  • Trova il telefono utilizzando la posizione GPS, GPS Flare.
  • Avviso della posizione in caso di batteria scarica.
  • Invia un messaggio di attenzione.
  • Protezione passcode per impedire modifiche ad app non autorizzate.
  • Invia una notifica se la SIM o il numero di telefono sono stati modificati.
  • La modalità invisibile nasconde il testo in arrivo con una parola di attenzione.
  • La lista bianca/nera per controllare chi può usare l’app tramite il testo.

Le funzionalità della versione Premium/a pagamento sono:

  • Geofencing.
  • Rilevazione automatica furti.
  • Aggiornamenti passivi sulla posizione.
  • Allarme del movimento.
  • Cronologia della posizione.
  • Visualizza i contatti e il registro delle chiamate.
  • Visualizza le statistiche del dispositivo e il Wi-Fi nelle vicinanze.

2. Cerberus anti theft

La seconda della lista è l’app “Cerberus anti theft”, ha alcune caratteristiche uniche che possono persino identificare il ladro in modo da riavere il telefono. Ha funzioni straordinarie come gli avvisi automatici, esegue alcune azioni quando determinate condizioni sono soddisfatte e altro.

3. Prey Anti Theft: Find My Phone & Mobile Security

L’ultima della lista è l’app anti-furto Prey. Ha lo strumento di recupero per trovare il tuo dispositivo Android perso. La parte migliore dell’app è che ha il rapporto sui dispositivi mancanti di Prey che ti aiuta a segnalare e a fornire una prova dettagliata alla polizia. È gratuita per 3 dispositivi e include l’essenziale pacchetto di sicurezza e monitoraggio mobile.

Conclusione: è sempre una buona abitudine mantenere il dispositivo protetto con impronte digitali, una sequenza o una sorta di meccanismo di sicurezza. Se sei molto preoccupato per la sicurezza e la privacy, potrebbe essere una buona idea stare lontano dalle ROM personalizzate ed evitare di sbloccare il bootloader, perchè con essi si apriranno tutte le porte chiuse del mondo Android.

Ti abbiamo quindi mostrato i modi migliori per rintracciare il tuo dispositivo Android perso, speriamo di esserti stati d’aiuto. Lascia un commento qui sotto, se ti va!


Leggi anche ...

Morgana Presi
Author: Morgana Presi

Mi chiamo Morgana e non sono una fata. Scrivo di tanto in tanto per Guidesmartphone.net articoli che parlano di tecnologia. Mi piace scrivere di smartphone. Nella vita studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.