Google Pixel 2 XL vs Apple iPhone X: è appena iniziata una nuova battaglia

By | ottobre 6, 2017

Google Pixel 2 XL vs Apple iPhone X: è appena iniziata una nuova battaglia! Google ha rilasciato la sua seconda generazione di smartphone Pixel e Apple ha raggiunto un importante traguardo, il 10° anniversario. Sono passati i giorni in cui le aziende aggiornavano i loro telefoni solo esteticamente.




Oggi, ogni nuovo smartphone di punta viene rilasciato quasi sempre con un nuovo software, un hardware del tutto nuovo (o quasi) e poi si pensa agli aggiornamenti estetici. Nella battaglia tra il Google Pixel 2 XL vs Apple iPhone X vedremo che entrambi hanno ricevuto molti aggiornamenti, ma il cuore resta il lato software.

Google ha annunciato il suo nuovo hardware basato su AI e Apple ha introdotto iOS 11 facendo cosi entrambi un’altro passo in avanti in questo mondo cosi competitivo. I due telefoni Pixel 2 XL e iPhone X hanno subito una netta trasformazione sotto la scocca rispetto ai loro predecessori, ma è il sistema operativo a catturare la maggior parte dell’attenzione.

Il Google Pixel 2 XL ottiene alcuni cambiamenti di progettazione molto evidenti rispetto al fratellino. Monta un bel display da 6 pollici con risoluzione 12880×1440 pixel. Non è un vero e proprio display a schermo piatto, ma le cornici laterali sono state ridotte per mostrare l’intera faccia del telefono.




Google Pixel 2 XL vs Apple iPhone X: è appena iniziata una nuova battaglia

Leggi anche:

Google Pixel 2 e Pixel 2 XL recensione, scheda tecnica e caratteristiche

Google Pixel 2 XL vs Apple iPhone X: è appena iniziata una nuova battaglia

L’iPhone X è 70,9 x 143,6 x 7,7 mm, mentre il Pixel 2 XL ha un aspetto generale più grande e le sue dimensioni sono di 76,2 x 157,5 x 7,6 mm. Non differiscono molto nel peso, l’ex pesa 174g e quest’ultimo pesa 176g.

L’iPhone X è davvero una bestia, il cambiamento principale è il display Super Retina, un nuovo pannello OLED che occupa quasi tutto il lato frontale del telefono. Apple ha anche abbandonato il pulsante Home e lo scanner di impronte digitali Touch ID, per avere un design di tipo futuristico con il suo iPhone X.

iPhone X e Pixel 2 XL differiscono molto nel design e la differenza molto importante è nel look. L’Apple iPhone X presenta una piccola tacca nella parte superiore del display, che ospita componenti come la fotocamera e un sistema di riconoscimento facciale 3D.

Entrambi i telefoni hanno il vetro sulle spalle, ma mentre il retro dell’iPhone X è tutto vetro, troviamo solo una striscia nella parte superiore del lato posteriore del Pixel 2 XL, il resto del posteriore è in metallo.

Entrambi i dispositivi sono certificati IP67, il che significa che sono resistenti alla polvere e all’acqua e possono essere sommersi fino a 1 metro di profondità per un massimo di 30 minuti.

Come qualsiasi altra nave ammiraglia del 2017, il Google Pixel 2 XL è alimentato dall’ultimo processore Qualcomm Snapdragon 835 e dispone di 4 GB di RAM per essere precisi. Contrariamente a questo, l’iPhone X è alimentato dal processore Apple A11 Bionic, che secondo l’azienda offre una spinta maggiore del 30% rispetto ai precedenti processori.

Il processore Apple Bionic A11 ha 6 core mentre Snapdragon 835 ne ha otto. Pixel 2 XL non è il primo telefono con processore Qualcomm Snapdragon 835, ci sono molti smartphone già presenti sul mercato e i risultati Geekbench dicono che A11 Bionic è “leggermente superiore” al Qualcomm Snapdragon 835.

A11 è arrivato a 10.221 punti mentre Snapdragon 835 ottiene 6765 punti nel punteggio Geekbench nelle prestazioni multi-core. Non lo dico io… La differenza nelle prestazioni più o meno dipende da molti altri fattori come ad esempio, il tipo di schermo utilizzato, la fotocamera e altro.

Il Pixel 2 XL è supportato da ben 4 GB di RAM mentre l’iPhone X è supportato da 3 GB di RAM. Il primo è disponibile nelle varianti con 64 GB e 128 GB di memoria interna, mentre il secondo è disponibile nelle varianti con 64GB e 128GB di memoria interna. Sulla base delle caratteristiche, il Pixel 2 XL funziona con l’ultimo sistema operativo Android 8.0 Oreo mentre l’iPhone X è gestito da iOS 11.

Molto è cambiato lato software tra il Google Pixel 2 XL vs Apple iPhone X. Le più grandi modifiche sono nel modo con cui si lancia Google Assistant, e la nuova funzionalità Google Lens, il nuovo sistema di riconoscimento degli oggetti nelle foto. Google ha iniziato il suo evento mostrando i risultati ottenuti nell’applicazione Auto.

Il loro AutoML ora in grado di riconoscere le immagini molto meglio di prima, quindi l’inclusione di Google Lens è stato un’altro modo per accaparrarsi utenti. Se il lato squeezable è la caratteristica unica del Pixel 2 XL, per l’iPhone X è Face ID, che consente a un cliente di accedere al dispositivo consentendo di eseguire la scansione del proprio volto.

Così, quando accedi al tuo telefono o ad un’applicazione di terze parti che accetta Face ID come meccanismo di login, il sistema Face ID trasformerà una rappresentazione matematica di ciò che vede e lo confronterà con quella configurata per accedere.

iOS 11 ha portato con se molte cose nuove, e la più importante è la realtà aumentata. Con l’aiuto di ARKit, gli sviluppatori hanno sviluppato nuove applicazioni AR che funzionano senza problemi su gli iPhone compatibili con questo nuovo sistema operativo.

A differenza della configurazione dual camera dell’iPhone X, Google ha scelto ancora una volta di puntare su una singola fotocamera sul Pixel 2 XL. C’è una fotocamera posteriore da 12,2 megapixel con apertura af/1,8 e una stabilizzazione ottica dell’immagine.

Questa impostazione è un miglioramento rispetto all’obiettivo f/2.0 dello scorso anno, insieme alla stabilizzazione dell’immagine elettronica. Quindi, il telefono ha sia OIS che EIS.

Contrariamente a questo, l’iPhone X ha un doppio obiettivo da 12 megapixel, con obiettivi f/1.8 e f/2.4. Ha anche l’OIS, ma l’obiettivo extra è utile nella creazione di alcuni scatti bokeh. Solo per non dimenticare, il Pixel 2, ha la stessa configurazione della fotocamera del Pixel 2 XL e ha ricevuto la più alta valutazione su DxOMark.

L’iPhone X ha una batteria da 2716mAH non rimovibile, mentre il Google Pixel 2 XL ha una batteria da 3520mAH. Entrambi i telefoni non hanno il jack per cuffie. Il Google Pixel 2 XL ha lati squeezable. Il prezzo di partenza dell’iPhone X è di $ 999 e il prezzo del Google Pixel 2 XL è di 849 dollari.

Caratteristiche Google Pixel 2 XL Apple iPhone X
Display 6 pollici, 2880×1440 pixel 5.8 pollici, 2436×1125 pixel
Processore Processore Snapdragon 835 A11 Bionic
RAM 4GB 3GB
Conservazione 64GB/128GB 64GB/256GB
OS Android 8.0 Oreo iOS 11
Videocamera posteriore Fotocamera da 12 megapixel dual pixel Doppio obiettivo da 12 megapixel
Fotocamera frontale 8MP 7MP
Batteria 3520mAH 2716mAH

Abbiamo appena finito di parlare della battaglia tra il Google Pixel 2 XL vs Apple iPhone X. Non è facile emettere un verdetto finale. Sono due ottimi dispositivi. Con qualche differenza nel prezzo. Sono molto differenti sotto tutti i punti di vista. Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate!


Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.