Google informa i suoi utenti che l’FBI sta indagando su di loro

By | settembre 11, 2018
Google informa i suoi utenti che l'FBI sta indagando su di loro

Google sta avvertendo via e-mail alcuni dei suoi utenti che hanno / avrebbero acquistato software per l’hacking. I loro dati sono effettivamente rivendicati dall’FBI. Nell’interesse della trasparenza, Google informa i suoi utenti che l’FBI sta indagando su di loro e vuole accedere ai propri dati personali.




Google informa i suoi utenti che l’FBI sta indagando su di loro

Per non nascondere nulla ai suoi membri, Google ha voluto avvisare inviando email ai suoi utenti che hanno acquistato malware che l’FBI potrebbe avere accesso ai propri dati privati.

Infatti, alcuni utenti di HackForums hanno condiviso un’e-mail inviata dalla società di Mountain View. In quest’ultimo, il motore di ricerca indica che i loro dati personali potrebbero essere stati inviati all’FBI. Google afferma che il messaggio fa parte del processo legale richiesto dal distretto orientale del Kentucky dell’FBI.

Gli individui interessati, molti dei quali sono utenti di Reddit, Twitter e HackForums, sono coloro che hanno acquisito software malware, in particolare il software LuminosityLink.




Il Distretto Orientale del Kentucky e l’FBI hanno avviato una procedura legale utilizzando Google, procedimento che fa seguito al caso Colton Grubbs, condannato nel 2017 per aver sviluppato e venduto questo software per hackerare i computer e di prendere il controllo a distanza.

Questa non è la prima volta che Google informa i suoi utenti che l’FBI sta indagando su di loro e sembra che voglia identificare tutti gli utenti che hanno hanno acquisito software malware, in particolare il software LuminosityLink.

Va detto, tuttavia, che il software LuminosityLink può essere utilizzato come strumento di accesso remoto senza agire illegalmente e che le autorità governative di solito vietano di hackerare i computer degli obiettivi di un’indagine.

Lo scorso anno il caso sarebbe stato collegato a uno scandalo in cui erano coinvolti Colton Grubbs e il malware LuminosityLink. L’imputato si è dichiarato colpevole della creazione e distribuzione di software di hacking sul Web. Pertanto, l’indagine condotta dall’FBI si rivolge quindi agli utenti che hanno acquistato questo software.


Leggi anche ...

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.