Errori che possono danneggiare la batteria del tuo smartphone

By | agosto 12, 2018
Errori che possono danneggiare la batteria del tuo smartphone

Errori che possono danneggiare la batteria del tuo smartphone. La batteria di uno smartphone Android ha i suoi limiti e, se alcune regole non vengono rispettate, inconsapevolmente possiamo ridurne notevolmente la durata. Per apprendere come non danneggiare la batteria del tuo smartphone Android, abbiamo preparato un elenco di alcune azioni errate che possono causare problemi irreparabili.




Errori che possono danneggiare la batteria del tuo smartphone

Ecco alcuni errori comuni:

  • Caricare lo smartphone collegandolo al tuo computer.
  • Usare lo smartphone durante la ricarica.
  • Scaricare completamente lo smartphone.
  • Lasciare lo smartphone in macchina sotto il sole.
  • Usare il caricabatterie sbagliato.
  • Usare la luminosità automatica.
  • Non impostare la durata della retroilluminazione.
  • Non prestare attenzione a trappole silenziose.
  • Avere IPv6 configurato in modo errato.

Ma oltre ai veri errori, esistono molti miti: non tutto ciò che senti è vero.

1. Caricare lo smartphone collegandolo al tuo computer.

Caricare lo smartphone collegandolo al tuo computer tramite la porta USB non solo richiede più tempo, ma può anche danneggiare la batteria del tuo dispositivo. Le correnti fluttuano notevolmente tra due porte USB e possono causare più calore rispetto alla normale ricarica nella presa. È esattamente questo riscaldamento che può ridurre la durata della tua batteria.




I materiali utilizzati gli elettrodi ed elettroliti sono stabili solo a basse temperature e soffrono quando il dispositivo si surriscalda. Battery University ha misurato una perdita fino al 65% della capacità di una batteria quando è stata esposta a una temperatura di 40 gradi Celsius.

Pertanto, è sempre meglio utilizzare il caricatore originale e una presa, che fornisce una corrente più stabile, prolungando la durata della batteria.

2. Usare lo smartphone durante la ricarica.

Tutti hanno bisogno di un po’ di riposo, compreso il tuo cellulare. Durante la ricarica, lascialo stare e vedi com’è il mondo là fuori! Se continui a inviare messaggi, a giocare o a guardare video mentre il cellulare si ricarica, aumenterai la temperatura del dispositivo, e il calore è il nemico numero uno delle batterie al litio, le quali richiedono anche più tempo per caricarsi.

3. Danneggiare la batteria scaricando completamente lo smartphone.

Nel profondo del tuo cuore vive ancora il ricordo del vecchio Nokia, indistruttibile come un diamante? La nostalgia in alcuni casi può essere dannosa, fuorviante. I tempi sono cambiati: oggi, come detto sopra, gli smartphone hanno batterie che non soffrono di problemi di memoria, non sono “dipendenti”. Gli attuali telefoni cellulari non dovrebbero essere scaricati fino allo 0%, si tratta di un errore molto grave.

Ciò è in parte evitato da un sistema di sicurezza che spegne il telefono se la batteria raggiunge il 5% (indicando tuttavia che è pari allo 0%), ma è comunque pericoloso raggiungere livelli così bassi. Idealmente, inizia a caricare il tuo smartphone quando la batteria raggiunge il 15% o il 20%.

4. Danneggiare la batteria lasciando lo smartphone in macchina, sotto il sole.

Dubito che tu, come lettore di questo sito, ti separi spesso dal tuo smartphone, ma può capitare di dimenticarlo una volta o anche più di una nella tua auto. Errore grave! Il sole trasforma il veicolo in un vero e proprio forno e il calore spazza via la resistenza della tua batteria. Questo vale anche per le azioni che sovraccaricano lo smartphone e causano il suo surriscaldamento.

5. Usare il caricabatterie sbagliato.

Se il caricatore dello smartphone ufficiale è stato perso o danneggiato, il nostro primo impulso è quello di cercare un ricambio più economico, migliore per la nostra tasca. Ciò potrebbe costituire un errore che ti costerà di più a lungo andare. I caricabatterie sono progettati per determinati dispositivi, con le loro specifiche tecniche. E quindi è bene acquistare sempre un ricambio equivalente ed evitare prodotti piratati per non ridurre la durata della batteria.

6. Usare la luminosità automatica.

Non devi fingere di essere innocente in merito. La legge sugli smartphone afferma che non si dovrebbe usare la luminosità automatica, ma ancora non è entrata in vigore. Sebbene la funzione sia talvolta abbastanza sofisticata da produrre un effetto piacevole, non è in grado di selezionare una condizione ottimale per quanto riguarda il consumo di energia.

Impostare manualmente la luminosità su un valore basso aumenterà notevolmente la durata della batteria e la piattaforma Android ne ha reso molto semplice la configurazione nelle Impostazioni rapide dello smartphone (o “Impostazioni> Display> Luminosità”).

7. Non impostare la durata della retroilluminazione.

Quasi tutti sanno che lo schermo è uno dei più grandi divoratori delle batterie di smartphone Android, quindi una buona configurazione del display è la chiave per una maggiore durata della batteria. L’impostazione “durata retroilluminazione” determina per quanto tempo lo schermo rimane acceso dopo l’uso. Qualsiasi intervallo superiore a 30 secondi, a nostro avviso, rappresenta uno spreco prezioso di milliampere.

Non preoccuparti delle applicazioni che richiedono lo schermo attivo per un lungo periodo di tempo, come i lettori di giochi o eBook. Manterranno il tuo schermo attivo anche se è impostato in modo da mantenerlo in questa condizione per poco tempo.

8. Danneggiare la batteria senza prestare attenzione a trappole silenziose (widget e app in background)

I widget sono famigerati assassini di batterie, che eseguono aggiornamenti in background senza pietà. Potresti pensare che un semplice servizio di previsioni del tempo non faccia molto male alla batteria del tuo dispositivo Android. Sbagliato. Non è necessario rinunciare completamente ai widget, ma è possibile utilizzarli in modo più intelligente.

Un servizio meteo, ad esempio, non ha bisogno di aggiornarsi ogni ora (due volte al giorno è sufficiente). Le app migliori offrono la possibilità di impostare intervalli di aggiornamenti e download. Evita quelli che non offrono questa funzionalità perché sono i veri vampiri della tua batteria.

Errori che possono danneggiare la batteria del tuo smartphone i miti: non tutto ciò che senti è vero

Lasciare lo smartphone in carica per tutta la notte danneggia la batteria

Il ciclo quotidiano dell’individuo moderno include quasi sempre questa routine: sveglia, lavoro/scuola/università, ritorno a casa e infine una lunga dormita; lo smartphone in questo caso agisce similmente ad una persona.

È vero che è meglio ricaricare la batteria quando è tra il 20% e l’80%, attuando più ricariche rispetto ad una molto lunga. Ma puoi rassicurarti, lasciare il cellulare in carica per molte ore non danneggia affatto la batteria. Questo perché le batterie moderne hanno un circuito di protezione che rileva quando la carica è piena e smette di ricevere energia. Quindi il cellulare non viene danneggiato.

L’unica cosa negativa è che questo genera uno spreco di energia perché il caricatore rimarrà attivo per un po’ senza caricare nulla, consumando l’energia. Quindi l’ideale sarebbe evitare questa pratica, ma dire che danneggia la batteria dello smartphone è un’esagerazione, e quindi un mito da sfatare.

La batteria del telefono ha un effetto memoria

Questo mito ha a che fare con batterie appartenenti al vecchio stile. Questo tipo di batteria è veramente viziato, ovvero, perdono la loro piena capacità di carico cn il passare del tempo. Le batterie attuali, tuttavia, sono fatte di litio; non hanno più questo effetto memoria; quindi ecco sfatato un altro mito.

Mettere la batteria nel frigorifero aiuta a recuperare la potenza

Probabilmente questa storia è nata pensando al contrario: se il calore danneggia la batteria, il freddo aiuta. Ma no. Quando si inserisce una batteria nel frigorifero, la carica potrebbe anche essere mantenuta, ma la potenza non cambierà.

Oltre a non essere utile, questa pratica può essere anche pericolosa. Le temperature estreme possono disturbare gli elementi chimici presenti nelle batterie, causando danni al dispositivo, e sia il frigorifero che il congelatore hanno umidità e questo può rovinare il dispositivo.

Powerbank danneggia la batteria

Se usato correttamente, i powerbank non danneggiano la batteria del telefono cellulare. La cura da adottare è molto simile a quella dei normali caricabatterie: controlla la qualità e l’autenticità del prodotto. Inoltre, è bene tenere d’occhio se l’alimentazione fornita dalla batteria esterna è la stessa del tuo smartphone. Se è troppo, può degradare la durata della batteria. Prendendo tale precauzione, non c’è alcun problema nell’utilizzare powerbank.

Speriamo di esserti stati d’aiuto. Lascia un commento qui sotto, se ti va!


Leggi anche ...

Author: Morgana Presi

Mi chiamo Morgana e non sono una fata. Scrivo di tanto in tanto per Guidesmartphone.net articoli che parlano di tecnologia. Mi piace scrivere di smartphone. Nella vita studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.