Che cos’è ADB e Fastboot, come installare e i suoi comandi più importanti

By | gennaio 11, 2018

A questo punto suppongo che quasi tutti voi sappiate cosa significa avere i permessi di root su un dispositivo Android, ma questo non significa che conosciamo tutti i dettagli che nasconde questo procedimento. Due termini miscelati con root, recovery e ROM sono ADB e Fastboot. In questo articolo ti spieghiamo che cos’è ADB, e che cos’è Fastboot, come installarli e i loro comandi principali.




Cosa sono ADB e Fasboot?

L’acronimo ADB sta per Android Debug Bridge e corrisponde a uno strumento software che ci consente di interagire con il nostro smartphone Android da un computer. Quindi, ad esempio, tramite ADB possiamo eseguire comandi per copiare file dal computer al telefono, dal telefono al computer o riavviare il dispositivo in modalità bootloader.

Fastboot è uno strumento software con il quale possiamo comunicare e modificare file di sistema di uno smartphone Android (collegato tramite cavo USB) da un computer. Con Fastboot saremo in grado di sbloccare il bootloader, avviare in download mode, aggiornare il firmware o riavviare il dispositivo tramite recovery.

Con questi due strumenti saremo in grado di modificare profondamente il software del nostro smartphone o almeno accedervi. Naturalmente, tutto questo è possibile tramite un cavo USB per collegare lo smartphone al computer.




Come attivare il debug USB

Per consentire al nostro computer di riconoscere il dispositivo, è necessario attivare il debug tramite USB sul nostro dispositivo. In Impostazioni> Informazioni sul telefono, fai clic su “Numero build” diverse volte finché non vengono visualizzate le opzioni di sviluppo. Una volta eseguita questa semplice procedura andate nelle opzioni di sviluppo e attivate il “Debug USB”.

La prima volta che colleghiamo il telefono al computer dovremo acconsentire a tale collegamento. Dobbiamo contrassegnare l’opzione “Consenti sempre da questo computer” e quindi fare clic su Accetto.

Come installare i driver ADB e Fastboot

Come installare driver ADB e Fastboot su Windows

L’ADB è una parte fondamentale di Android Studio, il software per lo sviluppo di applicazioni su Android. Per scaricare ADB non è necessario installare Android Studio per intero, abbiamo solo bisogno di alcune parti dell’SDK.

Per prima cosa creiamo una cartella SDK in C:/ per trovarla facile durante l’installazione.

Ora andiamo alla pagina di download di Android Studio e nella sezione “Ottieni solo gli strumenti da riga di comando” (nella pagina in basso) abbiamo un pacchetto compresso con estensione .zip, questo è quello che dobbiamo scaricare.

Ora decomprimiamo la cartella che contiene e la inseriamo nella nostra cartella C:/SDK/.

Ora entriamo in C:/SDK/android-sdk-windows ed eseguiamo il file ‘SDK Manager.exe’. In SDK Manager installeremo strumenti e driver. Per questo contrassegniamo solo queste schede in Strumenti ed Extra:

  • Android SDK Tools
  • Android SDK Plartform-tools
  • Android Support Repository
  • Google USB Driver

Dopo aver controllato le caselle, fai clic su “Installa”. Al termine del processo avremo installato ADB e Fastboot. Per iniziare a usarli, andiamo su C:\SDK\android-sdk-windows\platform-tools con l’esploratore di file di Windows e in un posto vuoto nella cartella premiamo su shit + tasto destro del mouse e selezioniamo ‘Apri finestra di comando qui ‘.

Come installare driver, ADB e Fastboot su Mac

Per il Mac puoi trovare come per Windows ADB e Fastboot dagli strumenti di Android Studio o installare Homebrew e scaricare il pacchetto con il comando brew install android-platform-tools.

Come installare i driver, ADB e Fastboot su Linux

Su Linux è sufficiente installare il pacchetto android-platform-tools e usarlo dalla console. Per le distro basate su Debian lo installiamo con:

  • sudo apt-get install android-tools-adb android-tools-fastboot

Per i comandi ADB su linux, non sono necessarie autorizzazioni root, ma per i comandi Fastboot, sì.

Comandi

adb reboot o fastboot reboot: riavvio normale

adb reboot bootloader: riavvia in modalità fastboot (o bootloader)

adb reboot recovery: riavvia in recovery mode

fastboot oem unlock: sblocca il Bootloader

fastboot oem lock: blocca il bootloader

fastboot erase xxx: cancella la partizione in questione

fastboot flash bootloader nouveaubootloader.img: sostituisci la recovery con un nuovo bootloader

fastboot flash recovery nouveaurecovery.img: installare una nuova Recovery

adb shell: permette di esplorare il telefono con i comandi di linux (sapendo che Android è basato su linux)

adb remount: rimonta la partizione di sistema del telefono, quindi puoi leggere e scrivere

adb push xxx yyy: copia i file dal computer al telefono. Indicare il percorso completo

adb pull xxx yyy: recupera i file dal telefono al computer

adb install fichier.apk: installa un’applicazione sul telefono

adb backup -all: backup di tutto

E infine per ripristinare un file di backup: adb restore <path to file>\backup.ab

 


Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.