Cosa fare quando lo smartphone si bagna?

Cosa fare quando lo smartphone si bagna? Mettiamoci in una situazione abbastanza comune. Dobbiamo andare in bagno. Mentre siamo nel bel mezzo di una conversazione, passando per Candy Crush, immersi in diversi tweet o qualsiasi altra cosa ci impedisca di sbarazzarci del nostro smartphone, abbiamo deciso di portarlo con noi in bagno. Alcuni minuti dopo scopriamo che il nostro smartphone è bagnato a causa di una terribile caduta. Cosa facciamo?

Link sponsorizzati



Il bagno è solo un esempio, ma in realtà il nostro telefono può cadere nella piscina, nel mare, o può bagnarsi abbastanza facilmente anche se un liquido cade sulla tavola. La prima cosa che dobbiamo fare è mantenere la calma perché non è tutto perso. Come prima cosa portiamo il nostro smartphone fuori dall’acqua il prima possibile. Più a lungo immerso, più acqua può essere filtrata.

Una volta che abbiamo “salvato” il nostro smartphone dall’acqua, possiamo parlare dei passi da seguire. Ti diamo alcuni consigli su cosa possiamo fare (ed evitare) quando uno smartphone si bagna e smette di funzionare.

Cosa NON fare

Se era spento, non accenderlo. Non premere alcun tasto o pulsante. Non scuoterlo o sbatterlo. Non metterlo sotto pressione o colpirlo. Non giocare a fare i medici con lo smartphone iniziando a rimuovere le parti. Il dispositivo viene fornito con un indicatore di danni causati da liquidi (LDI, nel suo acronimo inglese), che se attivato può invalidare la garanzia.

Link sponsorizzati


Quando apri il telefono è facile da attivare. Se pensi che sia assolutamente necessario aprirlo, fallo, ma solo se pensi di avere l’esperienza necessaria. Non soffiarci sopra. Ciò potrebbe far andare l’acqua acqua su altre parti interne del telefono che non sono ancora state raggiunte, causando ulteriori danni.

Non applicare calore di alcun tipo, incluso un asciugacapelli. Un calore eccessivo potrebbe danneggiare lo smartphone. Inoltre non metterlo nel microonde o nel congelatore.

Migliori antivirus gratuiti per Windows 10 | 2018

Importante

La prima cosa da sapere è che un telefono cellulare bagnato non deve essere acceso per nessun motivo o collegato al caricabatterie, in quanto ciò può essere fatale per il suo meccanismo interno e il telefono potrebbe essere inutilizzabile.

Come recuperare un telefono cellulare bagnato

Come capire se un iPhone è stato danneggiato dall’acqua

Cosa fare quando lo smartphone si bagna?

  • Se il telefono non è stato spento, spegnerlo e lasciarlo in posizione verticale.
  • Rimuovi la custodia protettiva, nel caso ne avessi una. Rimuovere la scheda microSD e la carta SIM dagli slot.
  • Aprire il coperchio posteriore e rimuovere la batteria se possibile sul telefono. Questo non è possibile con i modelli con batteria non rimovibile, come capirai.
  • Prendi un panno o un fazzoletto di carta per asciugarlo accuratamente. La cosa più importante è che l’acqua non attraversi altre aree.
  • Se il danno d’acqua è molto grande, puoi usare un aspirapolvere con un adattatore per aspirare con cura l’acqua che si trova all’interno delle fessure e che non sono facili da raggiungere con uno straccio.
  • Il prossimo passo è introdurre lo smartphone in un sacchetto di plastica pieno di riso crudo. Il riso è molto buono per l’assorbimento dei liquidi. Il mito del riso è vero.
  • Ci sono sacchetti dedicati all’asciugatura dei telefoni. Se, per caso, ne hai uno … è ora di usarlo! D’altra parte, se non ne hai uno, ma ti consideri una persona maldestra, potrebbe essere interessante acquistarne uno. Sono venduti nella maggior parte dei negozi di elettronica.
  • Dovunque metti il ​​telefono (sacchetto secco o contenitore con riso), lascialo lì per un paio di giorni.
  • Dopo un paio di giorni, puoi riaccendere il telefono. Si consiglia di controllare che tutto funzioni perfettamente, quindi testa l’interfaccia, prova l’altoparlante ascoltando musica o altre cose come le chiamate, la risposta tattile dello schermo, le fotocamere o il sensore di prossimità.
  • Se il tuo telefono non si accende affatto, prova a caricare il telefono per vedere se funziona. Se non viene caricato, la batteria potrebbe essere danneggiata. Quindi dovresti sostituirla o lasciarla asciugare più a lungo. Nel peggiore dei casi, il telefono potrebbe essere danneggiato e non c’è soluzione. Ti consigliamo di portarlo al servizio tecnico per una revisione professionale.
  • Se il telefono si accende e funziona come dovrebbe, non fidarti ancora. Ti consiglio di vedere se nei prossimi giorni cambia comportamento.

Come rimuovere il Root Android

Un’altra opzione che è anche meglio del riso è invece quella di usare i sacchetti di gel di silice che possiamo trovare quando compriamo borse, scarpe o vestiti. Questi sacchetti di silice faranno lo stesso lavoro del riso ma non lasceranno alcun residuo. Quella famosa polverina fine, bianca!

Nel caso in cui non abbiamo questi sacchetti a portata di mano, possiamo acquistarli online o in alcuni negozi. La procedura è esattamente la stessa; dobbiamo mettere il nostro smartphone insieme alle bustine in un sacchetto o contenitore chiuso e aspettare che si asciughi.

Il gel di silice è qualcosa che viene utilizzato specificamente per rimuovere l’umidità sarà un po’ più veloce del riso, ma ripetiamo che non devi essere impaziente e devi aspettare almeno un giorno o due prima di riaccendere il tuo smartphone.

Oltre al trucco del riso e dei sacchetti di gel di silice, possiamo anche utilizzare sacchetti dedicati all’asciugatura di smartphone: in linea di massima sono più efficaci del riso (hanno un essiccante molto potente e veloce) e possono essere acquistati a un prezzo che non raggiunge i 10 euro su Amazon.

Ad ogni modo, se il dispositivo è già bagnato e non abbiamo uno di questi sacchetti a casa, è meglio usare direttamente il metodo del riso. In questi casi, ogni secondo conta.

Approfondimenti

Leave a Reply