Come migliorare la qualità del suono e aumentare il volume su Android

By | settembre 14, 2018
Come migliorare la qualità del suono e aumentare il volume su Android

Non tutti gli smartphone hanno una buona qualità degli altoparlanti o un volume soddisfacente. Questi due problemi, insieme alla scarsa collocazione degli altoparlanti, possono non farti godere della musica sul tuo smartphone. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a migliorare la qualità del suono e aumentare il volume su Android.




Controlla le tue impostazioni

Potresti ottimizzare l’esperienza audio di Android attraverso le impostazioni. Tuttavia, non tutte le interfacce utente Android dispongono di questa funzione, pertanto non funzionerà per tutti. Se il tuo dispositivo ce l’ha, la procedura è semplice. E una volta che lo hai fatto per la prima volta, potrai migliorare rapidamente le tue impostazioni audio in futuro.

Per i dispositivi Samsung è necessario collegare il dispositivo audio che si desidera utilizzare e procedere come segue:

  • Entra in Impostazioni e tocca Suoni e vibrazione.
  • Da li vai su qualità del suono ed effetti. Dovresti avere a tua disposizione una serie di opzioni per migliorare la tua esperienza audio.

MIUI di Xiaomi ha un potenziatore per le cuffie. Basta accenderlo e scegliere il tipo di cuffie che stai utilizzando. Dovresti scegliere tra cuffie in-ear e normali.




Xperia UI ti consente di utilizzare l’impostazione ClearAudio e ha un equalizzatore. Puoi farlo attraverso le impostazioni.

Con l’interfaccia utente Sense di HTC puoi attivare BoomSound ma non c’è davvero alcun motivo per disattivarlo, in quanto l’audio è terribile senza questa opzione attivata. Non è possibile ottimizzare le impostazioni audio da Oxygen, LG UI o Stock Android.

Scarica una nuova app musicale

Hai la possibilità di sostituire l’app di musica con una che include più controlli audio. Raccomandiamo Poweramp o PlayerPro. Entrambi sono ricchi di configurazioni audio, preset, bass boost e altro ancora. Assicurati che le tue cartelle musicali siano selezionate nelle impostazioni dell’app.

Poweramp offre un equalizzatore a 10 bande per una sintonizzazione seria. Dovrai pagare un paio di euro per accedere a tutte le migliori funzionalità, ma una volta fatto non tornerai mai più indietro.

Molti dei nostri lettori hanno anche raccomandato PlayerPro come app di musica alternativa. Il software offre opzioni di configurazione audio avanzate e molti modi per personalizzare anche l’esperienza visiva. PlayerPro costa € 3,99 ma c’è anche una versione di prova gratuita disponibile per i curiosi.

Per ulteriori opzioni sulle migliori app per ascoltare musica su Android, consulta il nostro articolo:

Scarica un EQ

I controlli audio predefiniti sulla maggior parte dei telefoni non sono esattamente “completi”. Alcuni includono un EQ di base, ma spesso funziona solo all’interno dell’app di musica predefinita e non fornisce alcun controllo sull’audio non riprodotto attraverso il lettore musicale.

È importante notare che nessuna app funziona bene quando l’hardware non funziona correttamente, ma con un paio di semplici regolazioni la qualità del suono può essere migliorata in modo significativo. Quindi vai sul Play Store e procurati un EQ decente. Possiamo consigliare Musica Volume Equalizzatore Potenziatore dei bassi che Bass Booster.

Conosci il posizionamento dei tuoi altoparlanti

Può sembrare sciocco, ma la prima cosa che devi sapere è da dove il suono proviene sul tuo smartphone. Molti telefoni hanno due griglie per altoparlanti, ma spesso solo una di loro produce un suono. Se il tuo altoparlante è bloccato, la qualità del suono sarà bassa o inesistente.

Vedi da dove proviene il suono ascltando alcuni brani e coprendo i vari fori del telefono fino a quando non sai esattamente da dove viene l’audio. Una volta che l’hai trovato, puoi iniziare a trovare il problema.

Una volta che sai se i diffusori sono rivolti in avanti, sul fondo o sul retro, puoi prendere decisioni più intelligenti su come posizionare il tuo smartphone per dare agli altoparlanti le migliori possibilità di brillare.

Non bloccare gli altoparlanti quando tieni il telefono nelle mani (un errore comune quando si hanno i diffusori montati sul fondo) e puntare gli altoparlanti verso di sé, non lontano da te.

Controlla se la tua cover sta bloccando l’altoparlante

Se il tuo telefono ha una custodia protettiva o una cover, influirà sulla qualità del suono che ricevi dagli altoparlanti. Tutte le vibrazioni provenienti dal tuo telefono saranno smorzate dallo strato aggiuntivo di plastica o gomma che il produttore non avrà tenuto in considerazione durante la progettazione del suo sistema di altoparlanti.

Non tutti i case maker comprendono le sottigliezze del tuo dispositivo. Alcuni casi bloccano parti essenziali del telefono come jack audio, microfono o altoparlante. Prima di acquistare una custodia, assicurati di controllare che non blocchi nulla.

Usa le cuffie

Il semplice fatto è che la maggior parte degli altoparlanti per smartphone non è sufficiente nell’ottenere una qualità audio decente, anche con un’app di musica o EQ. È qui che può essere utile un paio di cuffie decenti (alcune impostazioni audio del telefono non funzionano nemmeno senza le cuffie collegate). Non tutte le cuffie sono uguali e ci sono diversi tipi per varie situazioni. Assicurati di scegliere quelle che meglio si adattano alle tue esigenze.

Utilizza un altoparlante intelligente

Le cuffie sono eccezionali, ma a casa? Oggigiorno molti preferiscono posare il telefono quando arrivano a casa e utilizzare un assistente vocale per gestire le loro attività quotidiane e che include intrattenimento come la musica. Ora accedere alle tue playlist preferite è semplice come chiedere all’aria.

Non solo gli altoparlanti intelligenti originali come Google Home e Amazon Echo raddoppiano anche come diffusori musicali (almeno quelli più grandi), ma gli specialisti audio come JBL e Sonos offrono i propri altoparlanti intelligenti con Alexa o Google Assistant per gli audiofili che vogliono utilizzare la loro marca preferita.

Aumenta il volume dell’altoparlante

Se sei un utente root, ci sono un sacco di opzioni che possono bypassare il volume massimo del sistema Android con alcune semplici modifiche. Consulta la nostra guida definitiva su come eseguire il root su Android per maggiori dettagli. Se non vuoi fare il root del tuo telefono o semplicemente non sei convinto dalle distorsioni che la maggior parte delle app di volume-booster nel Play Store producono, allora ci sono ancora alcune cose che puoi fare.

Se posizioni il telefono in un angolo e fai scattare l’uscita dell’altoparlante verso di esso, otterrai un riverbero più forte, più “basso” come se fosse appena entrato nella stanza. La stessa logica si applica a qualsiasi oggetto: metti il ​​tuo telefono in una scatola, in una ciotola o in un bicchiere (vuoto, ovviamente … ) e potresti essere sorpreso di sentire quanto più forte è il volume del tuo altoparlante all’improvviso.


Leggi anche ...

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.