Come e dove acquistare un telefono cinese nel 2019

By | Nov 14, 2018
Come e dove acquistare un telefono cinese nel 2019

Se stai per acquistare uno smartphone cinese, ci sono una serie di aspetti e fattori che devi prendere in considerazione per fare la scelta giusta. Presta attenzione a questa guida per acquistare un cellulare cinese e assicurati di fare l’acquisto perfetto.





I migliori smartphone Android cinesi >>

In soli 10 anni, la Cina è diventata una potenza mondiale nel mercato della telefonia mobile, e sempre più utenti decidono di acquistare uno smartphone cinese. Con il passare del tempo, i terminali che arrivano dal paese asiatico stanno guadagnando qualità, al punto che alcuni dei marchi più popolari e rappresentativi vengono da lì. Persino alcune mitiche aziende di riferimento, come Motorola o Nokia, sono passate sotto il controllo di aziende cinesi.

L’acquisto di un cellulare cinese nel 2019 è un’attività sempre più comune. Lontani sono i tempi in cui la tecnologia asiatica si basava sull’imitazione e sul produzioni più economiche. Continua ad accadere, anche nel mercato mobile, ma ci sono anche marchi cinesi che perseguono l’eccellenza e producono smartphone affidabili e potenti con i più alti standard di produzione, che non hanno nulla da invidiare alle aziende occidentali.

Ed è qui che inizia il dilemma dell’acquirente.




Attualmente, possiamo trovare centinaia di marchi sul mercato che vendono dispositivi mobili e ci sono molte differenze tra loro. Per questo motivo, è importante indagare un po’ per sapere cosa si sta acquistando ed evitare di spiacevoli sorprese. In modo che tu possa fare la scelta giusta, abbiamo compilato per te questi suggerimenti e guida per sapere come e dove acquistare un telefono cinese nel 2019.

Produzione e assemblamento

Ironicamente, distinguiamo ancora i cellulari cinesi e il resto, ma la realtà è che la stragrande maggioranza degli smartphone è fabbricata in Cina. A livello hardware, di componenti puri e duri, non c’è molta differenza tra un marchio cinese e un marchio occidentale o coreano.

Le differenze devono essere ricercate in termini di display e produttori.

Fabbriche cinesi producono la maggior parte dei componenti che utilizzano ora gli smartphone, dai processori al circuito WiFi, fotocamera, lettore di impronte digitali, ecc. La maggior parte dei marchi cinesi, in particolare quelli che si trovano nella fascia media e bassa, come molte aziende occidentali, sono semplici assemblatori

Acquistano il processore da una fabbrica, l’antenna del telefono da un’altra fabbrica e cosi di pezzo in pezzo prende forma il nuovo telefono. Inoltre, per risparmiare sui costi, le cose che non sono visibili vengono eliminate: protezione da sovratensione, sensori, connessioni, ecc.

D’altra parte ci sono marchi come Huawei, ZTE, Xiaomi e altri che fabbricano parte dei componenti, o almeno supervisionano la fabbricazione, e tutti i vari processi della catena. Come fanno Apple o LG, producono, selezionano e personalizzano l’hardware per avere le massime prestazioni e assicurarsi che tutto funzioni perfettamente.

È la differenza tra un cellulare che diventa molto caldo e un altro con hardware simile che non lo diventa, o che costa la metà ma apparentemente ha lo stesso hardware.

Marchi affidabili

Tutto ciò ci porta alla questione dei marchi, un aspetto da tenere in considerazione quando si parla di telefoni cellulari cinesi. Se acquisisci un terminale da un’azienda nel paese asiatico che gode di fama e riconoscimento, otterrai vantaggi e affidabilità superiori a quelli di altri marchi sconosciuti o che hanno un catalogo molto più economico della media. 

Forse un OnePlus 6 o un Meizu M6 potrebbero rompersi subito, mentre un telefono sconosciuto invece potrebbe durare una vita, ma la cosa normale è che accade sempre il contrario.

Le nuove aziende cinesi cercano la proiezione internazionale e hanno modelli internazionali che hanno superato i controlli di Amazon e di altri negozi, come Elephone, Cubot, Leagoo, Doogee e altri. Fuori da questo giro, è una questione di rischi.

Importazione dalla Cina

Il modo più economico per acquistare uno smartphone cinese è acquistarlo direttamente da un negozio cinese. Il principale vantaggio è il prezzo, ma ci sono anche alcuni inconvenienti.

C’è il rischio che l’ordine passi attraverso la dogana, più probabilmente più grande è l’importo dell’acquisto e più grande è la confezione. E questo significa pagare una tassa tra il 25 e il 40% del prezzo del prodotto.

Se acquisti in Cina non chiedere la spedizione da parte di DHL o un’altra agenzia di trasporti, perché passa sempre attraverso la dogana. Fatelo per posta, dove le possibilità di essere fermati sono ridotte, ma ci sono anche dei problemi che la confezione si rompa o si perda.

Come qualsiasi prodotto internazionale, gli ordini in Cina hanno una garanzia di un anno, ma il reso o la riparazione comporta l’invio del cellulare in Cina, le spese di spedizione spesso sono a tuo carico. Tra l’invio e la restituzione del dispositivo, possono passare settimane. Inoltre, alcuni negozi cinesi ignorano questi problemi.

Attenzione alla versione della ROM. Se è una versione cinese, sicuramente i menu sono solo in cinese e inglese. Cerca telefoni con una ROM internazionale o con il software in italiano.

Se decidi di acquistare uno smartphone cinese in un negozio che spedisce dalla Cina, il nostro consiglio è di farlo solo con telefoni molto economici. Non ti dispiacerebbe perdere tutti i soldi?

Migliori smartphone Android sotto 300 euro

Negozi cinesi con magazzino in Europa

I principali negozi cinesi, nello stile di Aliexpress o Gearbest, hanno già magazzini in Europa. Anche in Italia, come con Aliexpress Plaza  o Amazon stesso.

Ciò significa che il prodotto non passerà mai attraverso la dogana. Le spedizioni dall’Europa arrivano in meno di 10 giorni, e se partono dall’Italia ci vogliono tra 2 e 5 giorni. Ancora meglio: l’acquisto è regolato dalla legislazione italiana, quindi ha una garanzia di 2 anni e le restituzioni vengono effettuate dall’Italia, al massimo un paio di settimane.

Più complicato è il problema del servizio tecnico. Alcuni marchi ce l’hanno in Europa, ma altri no, quindi le riparazioni sono molto variabili.

L’unico svantaggio è che nel negozio europeo hanno solo una piccola selezione di cellulari. Molti di loro non avranno altra scelta che chiedervi di mandare il dispositivo in Cina.

Marchi stabiliti in Italia

Il modo più conveniente e soddisfacente per acquistare uno smartphone cinese è fidarsi di un marchio stabilito in Italia.

Cioè, hanno una filiale aperta nel nostro paese, con un servizio tecnico locale. Marchi come Lenovo, ZTE, Huawei, Meizu o recentemente, Xiaomi, rientrano in questa categoria.

A tutti gli effetti, hanno gli stessi benefici e gli stessi obblighi di qualsiasi marchio italiano. Puoi acquistare il telefono in un qualsiasi negozio, con due anni di garanzia, cambio e rimborso immediati e assistenza tecnica con numerosi negozi nelle principali città d’Italia.

Un altro vantaggio importante è che in molti casi i loro telefoni hanno un’autentica versione italiana, con tutto il software configurato in italiano, inclusi manuali e aiuto. 

Niente ti impedisce di acquistare questi stessi telefoni nei negozi cinesi ad un prezzo più conveniente, ma perdi tutti i vantaggi che abbiamo menzionato. Negli smartphone di fascia media e di fascia alta, cose come la garanzia e il servizio tecnico valgono oro.

Smartphone con la migliore batteria

Attenzione al Bloatware

Se decidete di acquistare nei negozi cinesi, tenete a mente che qualcuno aggiunge molto bloatware agli smartphone. Anche i marchi stessi. È un software pubblicitario che di solito è poco utilizzato dall’utente, ma è difficile da rimuovere, perché è integrato nella ROM stessa.

Questa pratica è molto limitata dai marchi di prestigio, anche se è vero che solitamente installano la propria interfaccia utente sul sistema operativo. Ma ci sono delle eccezioni, come Xiaomi Mi A2l’unico smartphone Android One cinese (con sistema operativo Android puro senza personalizzazione) distribuito in Italia.

Altre questioni da considerare

Potresti aver deciso di acquistare uno smartphone cinese molto potente ed economico da un marchio poco conosciuto. Ora arriva la grande domanda: E gli aggiornamenti? Uno smartphone che non può essere aggiornato diventerà un mattone.

Ci sono marchi che impiegano molto tempo ad aggiornare i loro smartphone e utilizzano ROM personalizzate che non possono essere sostituite da altre, oppure la procedura è molto difficile da eseguire. 

Controlla nei forum, nei social network o nelle recensioni degli utenti se lo smartphone di marca poco conosciuto che stai per acquistare viene aggiornato correttamente quando ci sono nuove versioni di Android. Se non sei sicuro, non comprarlo. I marchi riconosciuti garantiscono minimo due anni di aggiornamenti.

Infine, se si tratta di un telefono cellulare 4G molto economico, controllare che supporti la banda LTE da 20 a 800 MHz, che viene utilizzata in Italia in aree a bassa copertura, all’interno degli edifici. 

Se hai letto tutto l’articolo sono sicuro che adesso sai come e dove acquistare un telefono cinese nel 2019.

I migliori smartphone senza cornici


Leggi anche ...

Author: Morgana Presi

Mi chiamo Morgana e non sono una fata. Scrivo di tanto in tanto per Guidesmartphone.net articoli che parlano di tecnologia. Mi piace scrivere di smartphone. Nella vita studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.