Come criptare una penna USB senza TrueCrypt

Come criptare una penna USB senza TrueCrypt, per proteggere l’accesso alle nostre chiavi USB, abbiamo sempre usato TrueCrypt. Tuttavia, da quando il programma è stato definitivamente dismesso, non abbiamo più trovato un’alternativa valida.

Link sponsorizzati



Da quando TrueCrypt è stato tolto dalla circolazione, molti utenti si sono smarriti. Noi in pratica, abbiamo trovato un programma che consente di blindare l’accesso alla pendrive con una password, proprio come faceva TrueCrypt.

TrueCrypt è stato uno dei migliori e più potenti programmi per criptare chiavi USB, partizioni e interi dischi fissi. Nonostante sia andato in pensione, perché ritenuto non più sicuro senza aggiornamenti, ha un proprio erede naturale.

Si tratta di VeraCrypt, un software che riprende e migliora le funzioni del suo predecessore.

Link sponsorizzati



Come criptare una penna USB senza TrueCrypt

Lo puoi scaricare da https://veracrypt.codeplex.com. Nel momento in cui scriviamo, l’ultima versione disponibile è la 1.19, rilasciata il 17 ottobre 2016.

In realtà, questa applicazione non cripta la chiavetta, ma crea al suo interno un contenitore blindato che può essere aperto solo con la propria chiave d’accesso.

Esistono altri programmi che consentono di fare altrettanto, ma la maggior parte sono a pagamento e quelli gratuiti non sempre supportano dimensioni superiori ai 4 GB.

Inoltre, nessuno ha lo stesso livello di affidabilità e potenza di Vera-Crypt.

Ti consigliamo quindi di puntare su questa applicazione che, come TrueCrypt, oltre a essere completamente gratuita, è anche la migliore nel suo campo.

Programma predefinito. Per scegliere con quale applicazione aprire un determinato file, basta premere Cambia nel menu Proprietà del documento.

Cripta di tutto. VeraCrypt è l’erede dell’oramai sorpassato TrueCrypt. L’interfaccia grafica è identica al predecessore, ma le funzioni sono migliorate.

Cosa usavi per criptare la tua penna USB prima di conoscere Vera-Crypt? Come lo trovi questo software? Ti trovavi meglio con TrueCrypt? Ne vogliamo parlare nei commenti? Se ti piace la risorsa, condividi l’articolo per piacere?