Come connettere dispositivi USB ad Android

By | marzo 30, 2018

Sia che tu stia utilizzando il tuo dispositivo come console di gioco, come database multimediale o semplicemente per scattare foto, la maggior parte di noi vorrebbe a un certo punto collegare il nostro dispositivo a qualcos’altro tramite USB. Ecco come collegare un disco rigido, una chiavetta USB o un accessorio a un tablet o smartphone Android.

Link sponsorizzati



Vuoi salvare i file dal tuo tablet o smartphone su un supporto esterno? Ti piacerebbe vedere un file che ti ha dato un amico? La maggior parte degli smartphone e tablet Android supportano dispositivi di archiviazione USB: chiavette USB ma anche dischi rigidi esterni USB purché abbiano un alimentatore dedicato.

Potresti aver notato che il tuo dispositivo mobile non ha una normale porta USB ma una porta micro USB. Allo stato attuale, non è possibile collegare una chiavetta USB direttamente alla porta micro USB.

Per questo è necessario un cavo chiamato anche cavo OTG. Questo adattatore che costa pochi euro ha un connettore micro USB maschio su un lato (da inserire sul dispositivo mobile) e un connettore USB femmina sull’altro (dove collegare il dispositivo di archiviazione).

Link sponsorizzati



Come connettere dispositivi USB ad Android

È possibile collegare qualsiasi chiavetta USB (2.0, 3.0). Gli smartphone e i tablet non forniscono abbastanza energia alle porte micro USB, è possibile collegare un disco rigido solo se dispone di un alimentatore esterno dedicato.

Il tuo dispositivo di archiviazione dovrà utilizzare il formato file FAT32 che è il sistema universale e che viene riconosciuto direttamente da Android, ma anche da Windows, Mac, console, TV, box multimediali. L’unico vincolo è che la dimensione il limite per ogni file è di 4 GB. Le unità flash USB sono solitamente formattate in FAT32.

Infine, tieni presente che esistono OTG USB che integrano direttamente il connettore micro USB in aggiunta al connettore USB convenzionale. Puoi collegare questo tipo di chiavette USB direttamente al tuo smartphone o tablet, oltre al tuo computer. È una soluzione conveniente per scambiare facilmente file tra un computer e un dispositivo mobile.

Vantaggi e svantaggi di USB OTG

Potresti già avere familiarità con USB OTG senza conoscerne il nome. Ogni volta che colleghi una tastiera o un mouse ad Android usi la tecnologia OTG e non è più complicato collegare un hard disk allo smartphone piuttosto che connetterti con un mouse. Detto questo, ci sono alcune condizioni per essere sicuri che il tuo disco esterno verrà riconosciuto.

Tutti i dispositivi compatibili con USB possono essere utilizzati fino a quando non richiedono un’alimentazione esterna. Inoltre, il dispositivo di archiviazione (disco rigido o penna USB) deve essere in formato FAT32. I supporti NTFS non saranno riconosciuti.

Se il tuo disco / chiave non è in questo formato, puoi ovviamente formattarlo in FAT32 ma perderai tutti i dati su di esso prima della riformattazione, quindi assicurati di salvare i dati da qualche altra parte in anticipo.

Come sapere se il tuo telefono ha USB OTG, tutti i passaggi

USB OTG consente di collegare dispositivi USB di dimensioni “normali” al telefono cellulare e li riconosce e li utilizza per lavorare. Dalla pendrive a un controller di gioco; passando per le tastiere o il mouse. È molto pratico, ma non tutti i telefoni cellulari hanno questa opzione. Come sapere se il tuo telefono ha USB OTG?

Verifica che il tuo dispositivo sia compatibile

Per collegare un disco rigido o una chiavetta USB a un tablet o dispositivo Android, deve essere compatibile con USB OTG (On The Go). Come faccio a sapere se è compatibile? È semplice, basta controllare il sito Web del produttore o la confezione del dispositivo.

E non è tutto ciò che USB OTG può fare. Per consentire al tuo dispositivo di agire come un host USB, ovvero essere il capo di altri dispositivi a cui ti colleghi, puoi utilizzare hardware aggiuntivo come la memoria, le tastiere o anche strumenti musicali insieme al tuo telefono.

Se il tuo smartphone è molto vecchio, se non hai più la scatola o se non sei sicuro del suo numero di modello, puoi usare l’app di Chainfire, USB Host Diagnostics, per verificare. Detto questo, USB OTG è presente nativamente su Android da Honeycomb (3.1), quindi è più che probabile che il tuo dispositivo sia già compatibile.

Acquista un cavo USB OTG

Una volta stabilito che il tuo dispositivo è OTG compatibile, vai al tuo negozio preferito e acquista un cavo USB OTG. Prendi un cavo angolato come questo mostrato nell’immagine. È molto semplice, ma può evitare problemi con la porta USB, che è purtroppo comune con l’uso di connettori. Puoi prenderne uno per pochi dollari su Amazon. Ovviamente, è necessario prestare attenzione al tipo di cavo USB in fase di acquisto: se si dispone di una porta USB Type-C, ovviamente l’accessorio dovrà essere dello stesso tipo.

Come connettere dispositivi USB ad Android

Collegare l’unità USB o l’accessorio al tablet

Non c’è bisogno di un tutorial per collegare un disco rigido al tuo tablet o smartphone Android: basta collegarli utilizzando il tuo nuovo cavo USB OTG.

Per gestire i file sul disco rigido o sulla chiavetta USB collegati allo smartphone, utilizzando semplicemente un file explorer. Quando il dispositivo si collega, viene visualizzato una nuova cartella. Si chiama USB Drive A in generale, ma questo può variare a seconda delle versioni e delle interfacce del sistema.

Se hai difficoltà a trovarlo, tocca semplicemente il pulsante barra (“/”) per tornare alla cartella root dello smartphone. Qual è la differenza da un cloud, si potrebbe dire? Non c’è bisogno di una connessione internet, per esempio.

Quali altre cose posso fare con USB OTG?

Collegare un mouse o una tastiera

Questo è uno dei modi più comuni per utilizzare USB OTG. È possibile accoppiare il tuo smartphone o tablet con dispositivi periferici, come un mouse o una tastiera, che puoi usare per controllarli. Ci sono alcune restrizioni – ad esempio, i mouse da gioco con un miliardo di pulsanti potrebbero non essere completamente compatibili – ma per la maggior parte, le operazioni di base sono abilitate.

Basta collegare un mouse USB e vedrai automaticamente il suo cursore apparire sul display. Questo è anche un ottimo modo per usare il tuo dispositivo se il touchscreen è rotto. In alternativa, collega una tastiera esterna per trasformare un tablet in un laptop.

Collega una tastiera MIDI

Se hai voglia di fare musica su Android, USB OTG ti consente di connettere dispositivi come tastiere e controller MIDI, ingressi audio per strumenti e voci e vari controller che possono trasformare il tuo telefono o tablet in una seria macchina per la produzione di musica.

Connetti un controller di gioco

Goditi i giochi mobili ma brami per un po’ più di controllo? Perché non collegare un gamepad al tuo smartphone? Utilizzare un controller Xbox 360 cablato è un modo semplice per farlo: basta collegarlo al telefono con un cavo USB OTG, avviare un gioco e dovrebbe funzionare immediatamente, senza alcuna configurazione richiesta.

Come connettere il tuo smartphone Android al tuo PC?

Hai appena acquistato uno smartphone o un tablet Android? Ora è il momento di copiare la tua musica, i video e le foto preferite su di esso! In questo nuovo articolo, ti spiegheremo come collegare il tuo smartphone Android a un PC Windows. Come connettere il tuo smartphone Android al tuo PC?


Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *