Installare la CM 13 per LG G2 Mini Android Marshmallow 6.0

Installare la CM 13 per LG G2 Mini Android Marshmallow 6.0, LG G2 Mini è la versione più piccola del LG G2. Come suggerisce il nome, LG G2 mini ha un display più piccolo di 4,7 pollici IPS capacitivo LCD touchscreen, nonché un più lento processore uno Snapdragon 400, rispetto allo schermo da 5.2 e uno Snapdragon 800 montati sul LG G2.

Link sponsorizzati



Ultimamente, gli sviluppatori hanno creato la prima CyanogenMod 13 ROM per LG G2 Mini. CM13 si basa sull’ultima versione di Android Marshmallow 6.0. Per fortuna, l’LG G2 Mini ottiene una nightly build della CM13 direttamente dal sito CyanogenMod. Ciò significa che si tratta di una rom ufficiale e ottiene tutte le caratteristiche e tutti miglioramenti basati sul firmware stock di Android.

Se si dispone di una recovery personalizzata e i file corretti e siete disposti a lasciare il firmware stock del telefono per un’avventura, CyanogenMod 13 è un ottimo modo per iniziare. Potrete godere di tutte le nuove funzionalità e ottimizzazioni che hanno Marshmallow/Lollipop. Ecco come Installare la CM 13 per LG G2 Mini Android Marshmallow 6.0.

Attenzione: questo tutorial è solo per LG G2 Mini. Non provate questa guida su qualsiasi altro dispositivo Android. Inoltre, non siamo responsabili per eventuali danni causati dalle istruzioni fornite in questa pagina. Prova questa guida a proprio rischio. Tuttavia, è molto improbabile che il dispositivo possa essere danneggiato se si seguono tutte le istruzioni che sono state menzionate nella procedura.

Link sponsorizzati



Installare i driver: assicurarsi di aver installato i driver USB per LG G2 Mini correttamente. In caso contrario, è possibile scaricare gli ultimi driver ufficiali dalla nostra sezione Android driver USB qui: SCARICARE DRIVER USB DI ANDROID PER SAMSUNG, HTC, NEXUS, LG, SONY & ALTRI.

Eseguire il backup delle App: 

  • Scarica AirDroid dal Google Play Store.
  • Un computer Windows/Mac/Linux sulla stessa rete WiFi, del telefono.
  • Un telefono Android o un tablet, ovviamente!

Aprire AirDroid sul telefono e avviare l’applicazione.

Inserire l’indirizzo IP (e la porta) nel campo URL nel browser e inserire la password che vi è stata fornita dall’applicazione sul telefono.

Ora è possibile effettuare il backup dei contatti, file e immagini. Per effettuare il Backup basta cliccare sull’icona Apps e si aprirà una finestra che mostra tutte le applicazioni presenti sul telefono.

Selezionare tutte le applicazioni o solo quelli importanti che si desidera effettuare il backup.

Dopo averle selezionate, cliccare sul tasto di download presente in alto a destra della finestra.

Dopo aver premuto Scarica, AirDroid scaricherà tutte le applicazioni selezionate sul vostro computer in formato .ZIP. Nel caso, sia stata selezionata una sola app il file scaricato sarà in formato apk.

E’ possibile effettuare un Nandroid Backup, tramite la recovery personalizzata. Come fare un Nandroid Backup

Effettuare il backup dei contatti di Gmail e Google basta >> Sincronizzare con Google Sync.

Come effettuare il backup dei messaggi di WhatsApp, aprire l’app >> aprire il menù ed andare nelle impostazioni >> andare in impostazioni chat >> in basso cliccare esegui backup conversazioni.

Come abilitare la modalità debug USB vai nell menu Impostazioni del dispositivo >> Vai nel sottomenu in alcuni dispositivi il sottomenu si chiamerà Altro / Generale >> ora scorrere fino a “Build Number” e toccare 7 volte. Dopo aver toccato 7 volte vedrete un avviso che dice “Ora sei uno sviluppatore” / “La modalità sviluppatore è stata attivata”. Ora andare nel menu Impostazioni e vedrete il sottomenu opzioni sviluppatore >> toccare le opzioni per gli sviluppatori e quindi attivare il debug USB. Come attivare il debug USB e le opzioni di sviluppo in Android 4.2 e superiori

Assicuratevi che il vostro dispositivo Android abbia la batteria carica fino all’ 80-85%.

Il dispositivo deve disporre dell’ultima versione CWM o TWRP installata, se non trovate la guida su questo blog, andate su Google.

Si raccomanda di effettuare la pulizia della cache dalvik prima di iniziare ad installare questa rom personalizzata. Leggere qui se non sapete come fare

Installare la CM 13 per LG G2 Mini Android Marshmallow 6.0

Passo 1. Come abbiamo detto in precedenza per installare questa ROM è necessario un telefono rotato con installato una recovery personalizzata.

Fase 2. Scaricare la CM 13 per LG G2 Mini Android Marshmallow 6.0 sul vostro computer. Non estrarre la cartella zip.

Fase 3. Adesso scaricare il file delle Google Apps sul vostro computer. Non estrarre la cartella zip.

Fase 4. Ora collegare il telefono al computer, dopo aver installato i driver. Aspettare che il computer riconosca il telefono.

Fase 5. Una volta che entrambi i file sono stati scaricati sul vostro computer, copiare la ROM e le Gapps nella memoria interna del telefono telefono.

  • Di solito uso la cartella Download.

Fase 6. Ora avviare il telefono in modalità recovery personalizzata.

Passo 7. Una volta che il telefono è stato riavviato tramite la recovery personalizzata, pulire la partizione di sistema, la cache, i dati (factory reset) sempre dalla recovery.

  • Per fare questo scorrere su e giù con i tasti del volume e selezionare con il tasto di accensione.

Punto 8. Dopo fatta questa operazione iniziare con l’installare la CM 13 (Android 6.0) sul vostro telefono.

  • Per fare questo scorrere su e giù con i tasti del volume e selezionare con il tasto di accensione il file zip della Rom e poi strisciare.

Passo 9. Ora installare anche il file zip delle Google Apps sul tuo telefono.

  • Per fare questo scorrere su e giù con i tasti del volume e selezionare con il tasto di accensione il file zip delle Google Apps e poi strisciare.

Passaggio 10. Una volta che il file zip sono sono stati installati sul vostro telefono, tornare al menu principale della recovery.

Ultimo passo. Riavviare il telefono.

Per il primo avvio ci vorrà un pò di tempo. Una volta riavviato, vedrete sul vostro dispositivo la nuova CM 13 per LG G2 Mini Android Marshmallow 6.0.

Approfondimenti

Leave a Reply