Rivelata la capacità della batteria (iOS 12) di iPhone XS, XS Max e XR

By | Set 25, 2018
Rivelata la capacità della batteria di iPhone XS, XS Max e XR

Sono state necessarie solo 12 versioni di iOS ma, infine, il sistema operativo di Apple adesso mostra statistiche complete e dettagliate sul consumo della batteria dei suoi prodotti. Grazie a queste statistiche sarà finalmente possibile confermare o dissipare il mito del fantastico (o terribile, a seconda di chi se lo chiede) della durata della batteria dell’iPhone.




La batteria si scarica troppo velocemente? Problemi e soluzioni

Rivelata la capacità della batteria di iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR

Le statistiche sulla capacità della batteria degli iPhone sono sempre state piuttosto limitate e mai perfettamente chiare, ad essere onesti. Le informazioni riportate fino a iOS 11 si riferivano al consumo della batteria delle diverse applicazioni, espresso in percentuale della carica della batteria consumata. Era difficile capire a prima vista.

Quello che è sempre mancato per essere in grado di confrontare il consumo della batteria dei dispositivi iOS con i dispositivi Android è il tempo di utilizzo attivo con lo schermo acceso, dal momento che iOS ha sempre indicato solo “Uso”, che ometteva informazioni più esatte come il consumo di energia con lo schermo acceso e spento (o, ad esempio, ascolto di musica), il che rende il valore non proprio paragonabile ad Android. Quei giorni sono finiti!

Con iOS 12 non è possibile visualizzare solo il grafico della carica residua della batteria durante il periodo di download e ricarica, ma è anche disponibile un grafico a barre molto dettagliato con i dati sull’uso dello smartphone con lo schermo acceso o spento. C’è anche una sezione che include le statistiche degli ultimi 10 giorni e il tempo medio di utilizzo con lo schermo attivo o disattivato. Grazie, Apple!




Insieme a questa informazione, c’è anche il livello dell’ultima carica della batteria che indica il momento in cui il dispositivo in questione è stato scollegato dal caricatore e la percentuale di carico in quel momento esatto. In questo modo è possibile avere un migliore controllo sul consumo energetico con un miglioramento generale delle prestazioni della batteria.

Certo, è molto positivo che tutte queste informazioni vengano alla luce e indubbiamente aiuteranno i confronti tra iPhone, iPad e altri dispositivi in ​​termini di durata della batteria. Apple deve ancora introdurre alcuni piccoli dettagli, sebbene tutto ciò sia perdonabile poiché è la prima volta che questi elementi grafici vengono inseriti nel sistema.

Ad esempio, le statistiche giornaliere sulle batterie includono le ultime 24 ore e non solo il tempo trascorso dallo scollegamento dello smartphone dal caricabatterie, il che può essere fuorviante.

Tuttavia, grazie alle nuove funzioni relative al benessere digitale, possiamo completare le informazioni che abbiamo in nostro possesso. Accedendo al menu chiamato Screen Time, possiamo inserire maggiori dettagli controllando il numero di notifiche ricevute per applicazione, il numero di volte in cui abbiamo sbloccato lo smartphone e il tempo assegnato per ciascuna applicazione.

In questo caso, le statistiche iniziano a mezzanotte e quindi mostrano un conteggio più realistico delle ore di schermo attivo rispetto al menu della batteria, statistiche che avranno poco senso se utilizzi lo smartphone anche di notte e vai a dormire dopo mezzanotte.

Rivelata la capacità della batteria di iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR (con iOS 12) migliore o peggiore di Android?

Marques Brownlee, un famoso YouTuber noto anche come MKBHD, ha recentemente pubblicato una recensione di iPhone XS che indica un tempo medio di utilizzo è compreso tra le 4 e 5 ore. Questa cifra renderà gli utenti Android molto felici che con alcuni smartphone possono tranquillamente superare questa cifra e non di un minuto.


Leggi anche ...

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.