Bootloop e Soft-brick, che cos’è e come risolvere

By | ottobre 23, 2018
Bootloop e Soft-brick, che cos'è e come risolvere

Ho deciso di scrivere questo tutorial per aiutarvi a risolvere il problema Bootloop e Soft-brick senza farvi prendere dal panico. Se stai leggendo questo articolo sicuramente già conosci le ROM personalizzate e le MOD, potresti già aver avuto questo problema in passato, specialmente dopo aver acquisito sicurezza con il procedimento. Se sei stato fortunato, non hai completamente bloccato il dispositivo, ma hai comunque causato il cosiddetto soft-brick del tuo smartphone.




Il sintomo più comune in questo caso è il ciclo infinito o ciclo di avvio infinito (Bootloop), che si verifica quando il dispositivo si riavvia da solo in continuazione. In questo articolo ti mostrerò come risolvere Bootloop e Soft-brick.

Quando avviene? Solitamente avviene quando sbagliate il Firmware/ROM/MOD da flashare. E’ possibile risolvere? Nella maggioranza dei casi, si, l’importante è poter ancora riavviare il cellulare in Download Mode.

Troviamo la causa

Il Bootloop o Soft-brick. è dovuto principalmente ad alcuni file di sistema che interferiscono con altri, causando instabilità o mancato avvio. Se il dispositivo si blocca al riavvio, è necessario ricordare l’ultima operazione effettuata prima che si verificasse il problema. Ad ogni problema c’è una possibile soluzione.




Come risolvere il bootloop su un dispositivo Android di serie?

  1. Rimuovere temporaneamente la batteria del dispositivo e attendere 30 secondi prima di reinserirla o spegnere il telefono della batteria non rimovibile per più di cinque minuti.
  2. Avviare il dispositivo in Recovery Mode tenendo premuti i pulsanti “Power” e “Volume Down” per 10 secondi. Se questo metodo non funziona sul tuo dispositivo, cerca come fare sul nostro sito oppure su Internet.
  3. Selezionare l’opzione “Wipe Data/Factory Reset” ​​in Modalità di ripristino.
  4. Controlla se il dispositivo ora può essere avviato tramite la ROM o con il firmware appena installato. In caso contrario, eseguire “Wipe Cache Partition”.
  5. Riavvia il dispositivo.

   Come risolvere il bootloop su un dispositivo Android root?

  1. Installare un ripristino personalizzato TWRP. Se ne hai già installato uno, vai al passaggio successivo. 
  2. Rimuovere temporaneamente la batteria del dispositivo e attendere 30 secondi prima di reinserirla o spegnere il telefono della batteria non rimovibile per più di cinque minuti.
  3. Avvia il dispositivo in modalità Rcovery personalizzata tenendo premuti i pulsanti “Power” e “Volume Down” per 10 secondi.
  4. Scegli l’opzione “Avanzate” nel menu Ripristino personalizzato.
  5. Scegli l’opzione “Wipe Delvik Cache”. Selezionare “Sì” quando viene richiesto per la verifica.
  6. Vai su “Mounts and Storage” e seleziona l’opzione “format/cache”. Pulirà completamente i file della cache.
  7. Riavvia il tuo dispositivo Android.

Dopo aver installato una ROM

Dopo aver installato una ROM, la cache Dalvik potrebbe non essere stata automaticamente cancellata. Ciò significa che i vecchi dati vengono utilizzati per i nuovi file di sistema, causando inevitabilmente riavvii infiniti. Ecco cosa fare in questo caso:

  1. Avviare il dispositivo in modalità di ripristino (TWRP o altro ripristino personalizzato);
  2. Apri “avanzate“.
  3. Seleziona “wipe dalvik cache“.
  4. Ora cerca e seleziona “wipe cache” (se non è nel menu principale, prova in “mounts and storage“).
  5. Riavvia il dispositivo.

La cache Dalvik si trova normalmente nella partizione con lo stesso nome, ma alcune ROM salvano anche i dati nella “cache” o in “data“. Seguendo la procedura di cui sopra, aumenteremo la probabilità di cancellare la cache Dalvik senza eliminare alcun dato personale (app, foto, ecc.). Se non funziona, possiamo anche usare la formattazione della partizione “dati“, ma prima di farlo possiamo fare un backup che possiamo recuperare successivamente:

  1. Riavvia in modalità di ripristino;
  2. Apri “backup e ripristino“;
  3. Selezionare “backup” (per farlo su scheda SD) o “backup sulla memoria interna“.

Ora possiamo procedere al processo di cancellazione dei dati:

  1. Seleziona “cancella dati“;
  2. Seleziona “cancella cache;
  3. Riavvia il dispositivo.

Se il problema persiste, la causa sarà nella ROM stessa; scarica una ROM diversa da installare sul dispositivo e contatta il creatore della ROM difettosa spiegandogli che è incompatibile con il tuo modello.

Dopo aver ripristinato un backup

La causa è di nuovo della vecchia cache Dalvik non cancellata correttamente. Basta seguire la stessa procedura di qui sopra per risolvere il problema.

Dopo aver installato una Mod

Se il tuo dispositivo entra in bootloop dopo aver installato alcune Mod, il problema è principalmente dovuto ad un’incompatibilità con la tua ROM. In tal caso, la soluzione è un po’ più laboriosa. Per prima cosa, dobbiamo sostituire due file nella Mod con altri due contenuti nella nostra ROM:

  1. Aprire il file zip Mod con un file manager (ad esempio: 7-Zip );
  2. Cerca i file “android.policy.jar” e “framework-.apk“, normalmente situati all’interno di “system / framework /“. Questi sono i file che dobbiamo sostituire;
  3. Ora apri il file zip della nostra ROM. Se hai una ROM ufficiale, scaricala online e cerca il metodo per estrarla;
  4. Cerca gli stessi file di prima e mettili al posto degli altri nella Mod (sovrascrivendoli). Scegli “store” come livello di compressione.

Ora basta copiare la Mod “corretta” sulla scheda SD del telefono e scaricarla dal ripristino:

  1. Copia la Mod sulla scheda SD tramite un lettore di schede o sfruttando l’opzione “monta memoria USB” in “mount and storage” e collega il dispositivo al PC;
  2. Installa la Mod come hai fatto prima;
  3. Se non funziona, reinstallare la Mod dopo aver selezionato “sistema di montaggio” in “mount and storage“. Puoi anche provare a fare un “wipe cache” e “wipe dalvik cache“.

Dopo aver modificato le autorizzazioni

Cambiare i permessi dei file può essere pericoloso su Android. Se non è fatto correttamente, è molto facile causare un soft-brick o bootloop. Le autorizzazioni più comuni sono:

  • 644 (RW-RR): questo è il permesso di sistema più conosciuto ed è presente in ” / system / app “, ” / system / framework “, ” / system / etc “, ” / system / lib “;
  • 755 (RWX-RX-RX): utilizzato principalmente per ” / system / bin “, solo i file che devono essere eseguiti sono 755 o successivi;
  • 777 (RWX-RWX-RWX): usato per gli script in ” /system/etc/init.d ” e nei file BusyBox.

Per risolvere il ciclo infinito, usa semplicemente l’opzione ” fix permessi ” contenuta nel menu “avanzato” di ClockworkMod. Assicurati che le partizioni siano montate prima di eseguire il comando.


Leggi anche ...

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!